The Last Guardian: com’era nel 2015 e com’è nel 2016

È passato tanto tempo dall’annuncio di The Last Guardian, e dalla “rinascita” del gioco nel 2014 ad oggi le cose sembrano essere cambiate ulteriormente.

In particolare, ecco come l’ultima creatura di Fumito Ueda è cambiata dall’anno scorso ad oggi:

La creatura protagonista di The Last Guardian non sarà sempre un compagno obbediente durante il viaggio del giocatore. Secondo quanto riportato dalla rivista Edge, Fumito Ueda ha detto che Trico non può essere completamente controllato dal giocatore, pertanto potrà decidere se rispondere o meno alle richieste del protagonista.

Il game director ha detto di aver progettato la creatura in questo modo perché “se avesse fatto sempre quanto chiesto non sarebbe stato divertente” per lui. Perciò dichiara: “Ci sono un sacco di giochi dove ciò avviene. Ne ho abbastanza.”

Edge riporta inoltre che Trico è una “creatura dallo spirito libero che non tiene sempre conto dei tentativi del giocatore di domarlo”. Detto questo, il rapporto tra Trico e il protagonista si rafforzerà nel corso del gioco: con il passare del tempo, la creatura sarà più sensibile alle sue richieste, e anche gli occhi cambieranno colore a seconda del suo stato d’animo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *