Ci sono novità per il nuovo gioco horror dei creatori di Silent Hill

Tra i molti giochi horror degli ultimi tempi quasi due anni fa ne è stato annunciato uno, frutto del genio di quello che è considerato il papà di Silent Hill.

Ma l’ultima volta che ne avevamo sentito parlare è stato proprio un anno fa e quindi alcuni fan del genere hanno temuto che, come tanti altri prodotti, il gioco fosse poi finito nella pila degli scarti del suo team di sviluppo oppure avesse avuto problemi e fosse stato bloccato nel limbo in cui vanno a finire i poveri titoli che non sono più in linea con le scelte aziendali.

nuovo silent hill
Silent Hill (videogiochi.com)

Ma, stando al messaggio pubblicato su Twitter dall’account ufficiale di Bokeh Game Studio, arriva una doppia piacevole sorpresa. Da una parte c’è l’annuncio che il team di sviluppo ha bisogno di gente nuova e per contorno all’annuncio di lavoro è stata scelta un’immagine del gioco in sviluppo che tanti davano per disperso: Slitterhead. Il gioco è quindi vivo e vegeto e anzi sarebbe quasi pronto per uscire.

Il nuovo horror del papà di Silent Hill pronto per uscire

La storia di Slitterhead inizia nella mente di Keiichiro Toyama, autore del primo Silent Hill. Uno che di horror psicologico se ne intende. La sua nuova avventura in qualità di director di un team di sviluppo è iniziata nell’estate del 2020, quando insieme ad altri veterani dell’Industria ha deciso di mettere su il suo team personale: Bokeh Game Studio.

gioco autore silent hill
Slitterhead (videogiochi.com)

E Slitterhead sarà il loro primo gioco annunciato ai Game Awards del 2021. Ma poi i radar avevano perso di vista questa nuova avventura in cui una sorta di invasione aliena a base di parassiti trasforma le persone in mostri e i cui protagonisti sono due persone comuni che si trovano a dover affrontare situazioni fuori dall’ordinario. Si tratta quindi di una storia che rischia davvero di diventare una nuova pietra miliare nel genere horror.

Slitterhead, i dettagli finora diffusi

Il gioco in fase di sviluppo dentro il team di Keiichiro Toyama sembra aver bisogno di nuove leve che siano in grado di dimostrare esperienza nello sviluppo di giochi a partire dalla generazione di PS4. E questo potrebbe essere un indizio sul fatto che il titolo rischia di essere una esclusiva Sony. Oppure potrebbe semplicemente essere una comodità, data la diffusione delle console Sony in Giappone rispetto alle console Microsoft. Un’altra informazione che possiamo trarre dagli annunci di lavoro è che il gioco è costruito su Unreal Engine 5. Sappiamo poi che il gioco uscirà nel corso di quest’anno.