Apple Card, negli USA inuovo servizio bancario di risparmio che promette un “alto rendimento”

La Apple sta sperimentando negli Stati Uniti una nuova Apple Card, che di fatto rappresenta un servizio bancario a tutti gli effetti. Come riferisce Hwupgrade.it, la Mela ha deciso di introdurre, con il supporto del noto istituto bancario Goldman Sachs, un conto di risparmio definito “ad alto rendimento” che permetterà quindi di maturare degli interessi sui soldi depositati dai clienti.

Apple Card, 15/10/2022 - Videogiochi.com
Apple Card, 15/10/2022 – Videogiochi.com

Gli utenti d’oltre oceano potranno impostare un deposito ricorrente automatico o eventualmente effettuare un trasferimento di fondi da un conto bancario collegato oppure dal saldo Apple Cash, di modo da far fruttare dei risparmi. Si tratterà, stando a quanto emerso in queste ultime ore, di fondi sempre disponibili che saranno quindi sbloccabili in qualsiasi momento dai clienti senza pagare alcuna commissione. Inoltre, non sono previsti dei depositi minimi o dei requisiti di saldo, con il tutto che resta quindi molto “libero”. Questo nuovo servizio legato ad Apple Card non è ancora attivo ma diverrà tale nei prossimi mesi, anche se non è ancora stato chiarito quale sarà il tasso di interesse che verrà applicato sui depositi, aspetto alquanto cruciale nella questione. E’ noto come questi tipi di conti non offrano rendimenti elevati, ma vista l’inflazione alle stelle non è da escludere che la multinazionale di Cupertino possa incentivare i propri clienti con dei tassi di interesse più interessanti rispetto a quelli praticati normalmente.

Apple Card, 15/10/2022 - Videogiochi.com
Apple Card, 15/10/2022 – Videogiochi.com

APPLE CARD, NEGLI USA SPUNTA UN PIANO RISPARMIO AD ALTO RENDIMENTO

Del resto Goldman Sachs offre già qualcosa di molto simile, ovvero, un conto di risparmio chiamato Marcus, disponibile solo tramite app, che promette un rendimento annuo del 2.15%. Si tratta inoltre di un conto senza commissioni, vincoli o depositi minimi. Non è quindi da escludere che l’offerta Apple Card sia di fatto la stessa di quella già pratica da GS, o comunque molto simile. Staremo a vedere cosa accadrà, e se magari lo stesso servizio possa arrivare anche in Italia, nel frattempo vi ricordiamo che Apple Card è attualmente utilizzata solo negli USA, e conferma l’interesse dell’azienda di espandersi sempre di più nel settore dei pagamenti digitali.