Stop all’acquisizione di Bloober Team: “Rischio di perdere obiettivi”

Dai report dello scorso anno si vociferava che lo studio di sviluppo polacco Bloober Team fosse in fase di trattativa per vendere una quota di maggioranza. Tuttavia, appare ora ufficiale che la software house non intende farsi acquisire, per il momento.

bloober team
Fonte: “Bloober Team”

Negli anni, Bloober Team ha costruito la propria reputazione un gioco alla volta. Grazie a titoli come Blair Witch, Layers of Fear e il recentissimo The Medium, la software house ha incrementato sempre di più il proprio valore, fino a giungere al punto di entrare in trattativa per vendere. Tuttavia, gli studios non intendono più farlo.

Leggi anche –> Un nuovo survival dai creatori di PUBG Mobile – VIDEO

Inversione di rotta per Bloober Team

bloober team
Bloober Team non è più in trattativa per vendere una quota di maggioranza. Fonte: “Steam”

Sembra che la software house abbia deciso di tirarsi indietro dalle trattative, visto che, stando ai report, si trovava in contatto con diverse altre aziende del settore interessate all’acquisizione ma, di fatto, sembra che per il momento non accadrà nulla. Stando alle dichiarazioni emesse dalla stessa azienda, un’acquisizione sarebbe incoerente e non conforme alla cultura organizzativa consolidatasi all’interno degli studios. Stando al report ufficiale, infatti, si correrebbe il rischio di “perdere di vista gli obiettivi strategici generali” fissati all’interno del team.

Leggi anche –> American Gods cancellata da Starz: il finale ci sarà comunque?

Oltre a ciò la compagnia comunica che, disponendo di liquidità già senza un grosso player alle spalle, ha la possibilità di effettuare investimenti per aumentare il suo valore. Tenendo conto di ciò, il consiglio di amministrazione della società sta valutando di investire in società complementari con l’obiettivo di incrementare ulteriormente il proprio valore e la propria produttività.

Inoltre, stando a quanto emerge dal report, Bloober Team consiglia anche agli azionisti di trasferire la quotazione della società al mercato principale della Borsa entro il termine che consente la prima quotazione nel 2022.

Insomma, Bloomer Team sembra aver un piano ben preciso da seguire e non necessita di investimenti per proseguire la sua attività. Rimane possibile, tuttavia, che in un futuro l’azienda possa comunque decidere di fondersi ad un’altra realtà ma, per ora, è impossibile prevederlo.

LINK UTILI