Bloodborne diventa l’esca per una nuova truffa ai videogiocatori

Bloodborne è un gioco che i fan di FromSoftware vorrebbero veder tornare in qualche modo ed è su questo probbailmente che hanno deciso di puntare i truffatori che si muovono nell’ombra e che sono a caccia di portafogli.

I videogiochi famosi diventano, a volte, specchietti per le allodole di truffatori e di developer con poca fantasia ma con molto fiuto per quello che tira sia sugli store per console sia, soprattutto, sugli store di prodotti mobile.

Bloodborne diventa l'esca per una nuova truffa ai videogiocatori
Bloodborne diventa l’esca per una nuova truffa ai videogiocatori

Ed è proprio un prodotto mobile all’apparenza legittimo ma in realtà del tutto fasullo che ora sta abbindolando i fan di FromSoftware disposti a tutto pur di giocare ancora con il Cacciatore. E per disposti a tutto intendiamo ovviamente pagare per un fantomatico abbonamento.

Bloodborne in abbonamento? Una bufala pericolosa

Qualcosa che si chiama Bloodborne Mobile esiste ufficialmente, dato che a quanto pare l’equivalente australiano del sistema PEGI lo ha classificato ma il suo team di sviluppo non ha nulla a che vedere con FromSoftware o con Sony. Anzi, non sembrano esserci notizie da nessuna parte del team che si è registrato come Rock Great Games. Mentre il loro gioco è vispo e pimpante sullo store di Google.

Bloodborne diventa l'esca per una nuova truffa ai videogiocatori
Bloodborne diventa l’esca per una nuova truffa ai videogiocatori (foto Play Store)

Non si tratta di un software che nasconde un virus, non per quello che è risultato dalle analisi che abbiamo fatto anche noi come altri colleghi ma non è neanche un gioco legittimo. Il peso del file che viene scaricato è di poche decine di megabyte, il che già non fa presagire nulla di positivo. Come può un gioco sontuoso come Bloodborne essere assottigliato al punto di pesare come una foto in alta risoluzione? Al lancio si viene accolti da una schermata che con il Cacciatore sullo sfondo invita a giocare premendo START.

Ma una volta premuto il pulsante viene chiesto di acquistare uno dei tre abbonamenti a disposizione: settimanale, mensile e annuale. Cosa si nasconda dietro questo abbonamento non abbiamo vouto saperlo per non consegnare i dati di qualche carta di credito a un ignoto team di sviluppo. Ma, di nuovo, si tratta evidentemente di un prodotto non originale e che non ha nulla a che vedere con il gioco Sony. Purtroppoo, questo genere di prodotti truffa si stanno moltiplicando ed è sempre bene tenere gli occhi aperti.

Impostazioni privacy