Come la tragedia dell’11 settembre 2001 ha cambiato i videogiochi

Quando arriva settembre tanti, anche a distanza di vent’anni, ricordano ancora esattamente cosa stavano facendo nel momento in cui le Torri Gemelle venivano abbattute e come il mondo sia cambiato, compresi i videogiochi.

Ovviamente non stiamo cercando di far passare l’idea che i videogiochi che hanno subito cambiamenti a causa degli eventi orribili di quell’11 settembre siano in qualche modo più importanti delle persone uccise in quell’attacco ma è ad ogni modo interessante notare come tante realtà che i developer davano per scontate siano state poi modificate, anche in fretta e furia, per riflettere quel vuoto doloro nello skyline di New York.

Come la tragedia dell'11 settembre 2001 ha cambiato i videogiochi
Come la tragedia dell’11 settembre 2001 ha cambiato i videogiochi (foto: Youtube)

E vale anche la pena ricordare di come, inavvertitamente, un gioco avesse quasi previsto uno dei momenti più duri della storia dell’Occidente. Ed è da qui che cominciamo la nostra riflessione.

Videogiochi e 11 settembre, Spider Man e Metal Gear non dovevano essere così

New York e la sua sequenza riconoscibile di grattacieli ha fatto da intro a una sequela infinita di film, serie tv e videogiochi. Ma subito dopo l’11 settembre tante produzioni hanno dovuto rivedere i propri piani per non creare una realtà anacronistica e per rispetto alla tragedia. E anche tanti videogiochi che in quel periodo erano in lavorazione hanno subito cambiamenti drastici. Ma prima di passare in rassegna almeno un paio di titoli molto famosi che l’attacco al World Trade Canter ha stravolto vogliamo invece parlarvi delle doti inavvertitamente divinatorie di un altro gioco: Deus Ex.

Come la tragedia dell'11 settembre 2001 ha cambiato i videogiochi
Come la tragedia dell’11 settembre 2001 ha cambiato i videogiochi (foto: Youtube)

In questo storico titolo creato da Warren Spector uscito nel 2000 ci troviamo nell’anno 2052 alle prese con un gruppo di terroristi. Nel gioco, esaminando il panorama di New York si nota subito che le Torri Gemelle non ci sono. Il motivo tecnico è che all’epoca non c’era abbastanza memoria per renderizzare anche questi due palazzi e per giustificarne l’assenza i developer dissero che erano state fatte saltare dai terroristi. A distanza di vent’anni abbiamo ancora i brividi.

E se questa è sicuramente una coincidenza alla Simpson non sono coincidenze alcuni giochi cancellati del tutto o modificati in corso d’opera per evitare rimandi a grattacieli, aerei, scontri tra velivoli e terroristi. Abbiamo, per esempio, perso per sempre Propeller Arena, un videogioco che si svolgeva proprio tra i palazzi di città immaginarie e in cui i giocatori salivano a bordo di velivoli per abbattersi a vicenda. Altri giochi, come Shinobi 2, Metal Gear e Spider-Man sono stati invece modificati.

In Shinobi Hotsuma avrebbe dovuto tagliare a metà un grattacielo con la sua spada ma la scena fu tagliata, lo scontro tra Spider-Man ed Electro nel secondo gioco della serie si sarebbe dovuto svolgere proprio in cima alle Torri Gemelle ma i modelli dei due palazzi furono poi sostituiti con due grattacieli generici. Ma è Metal Gear 2 Sons of Liberty ad aver subito i cambiamenti maggiori con molte scene ambientate a New York che sono state eliminate a causa della distruzione immaginaria di Manhattan che rappresentavano. E non possiamo non porci una domanda allora: cosa avremmo visto e sperimentato di diverso se quel giorno le cose fossero andate diversamente?