Fumetti di Dark Horse Games diventano videogiochi: l’annuncio

Dark Horse Comics, tra i colossi del mondo dei fumetti, ha ufficializzato l’apertura di una divisione Gaming e Digital Entertainment. La divisione si chiama Dark Horse Games.

Tra non molto potremmo giocare ai videogiochi firmati Dark Horse Games
Tra non molto potremmo giocare ai videogiochi firmati Dark Horse Games (foto: youtube)

L’operazione inizierà con il trasportare gli universi a fumetti della società nel mondo dell’intrattenimento interattivo. Il catalogo di Dark Horse è decisamente tra i più nutriti e, come è giusto che sia, ora tra i fan è partita la gara a chi indovina per primo quale sarà il primo titolo della nuova sezione Games.

La società è, come si legge nella landing page ufficiale dedicata alla divisione videogiochi, in trattative attive con le società di sviluppo di videogiochi migliori del mondo al momento per portare al pubblico, su tutte le piattaforme possibili, le sue IP lavorando però all ostesso tempo con i propri sviluppatori interni.

E ci sarà spazio anche per titoli prodotti internamente.

Dark Horse Comics: il salto nell’interattivo

Tra non molto potremmo giocare ai videogiochi firmati Dark Horse Games
Tra non molto potremmo giocare ai videogiochi firmati Dark Horse Games (foto: yuotube)

La decisione di Dark Horse Comics ci sorprende ma non ci stupisce. Si tratta pur sempre di una società che tratta di entertainment. Fondata nel 1986 ha all’attivo qualcosa come 425 tra universi e personaggi che possono trasformarsi in altrettanti titoli. Calcolando quello che sta facendo per esempio Marvel ce n’è di che andare avanti a giocare fino alla fine dell’eternità.

Sempre ammesso che titoli reggano il confronto con il mercato. Perché, una cosa che sicuramente occorrerà tenere presente dentro Dark Horse Games è la concorrenza. I primi passi dei prodotti Dark Horse nel mondo dell’entertainment in 3D sono stati discreti. Pensiamo per esempio alla versione cinematografica di Sin City e di Hellboy. E proprio Hellboy, nelle parole di Johnny B Lee, General manager di Dark Horse Games, potrebbe essere un punto di partenza: “Abbiamo proprietà che sono degli evergreen, come Hellboy, in cui ci sarà sempre interesse nel fare giochi e collaborazioni”.

Il rapporto che la divisione Games e Entertainment avrà con gli esterni è già stato chiarito: ci saranno collaborazioni con studi di sviluppo per lavorare su prodotti già apprezzati dal pubblico mentre lo studio interno di Dark Horse si occuperà di creare le fondamenta per i prodotti un po’ più vecchi o quelli che hanno una riconoscibilità inferiore.

Sempre la divisione interna si occuperà anche di produrre webtoons e anime collegati ai videogiochi. Una sorta di mossa a tenaglia per invadere lo spazio dei videogiochi e dell’entertainment digitale e cercare e di prendere il passo di Marvel e degli altri. E la volontà di creare degli universi interattivi totali emerge proprio da una dichiarazione fatta dallo stesso Lee: “Il nostro piano è mettere in sinergia i lanci dei nostri giochi con sforzi multimediali unici”. Tradotto si potrebbe dire che la volontà è darci, per esempio, un videogioco dedicato a Hellboy con magari un nuovo film o una serie animata.

A noi non dispiacerebbe.

Leggi anche -> Captain America 4, i rumor sul nuovo villain si tingono di rosso

Leggi anche -> Tales of Arise presenta mosse speciali e un nuovo personaggio – VIDEO

LINK UTILI

Tra non molto potremmo giocare ai videogiochi firmati Dark Horse Games
Tra non molto potremmo giocare ai videogiochi firmati Dark Horse Games (foto: youtube)