Il developer di Hades pronto a un sequel e i fan si arrabbiano, ma chi ha ragione?

Un messaggio pubblicato insieme al trailer di quello che dovrebbe essere il sequel di Hades da parte di Super Giant Games sta spaccando letteralmente non solo la fanbase di questo sviluppatore indipendente ma in generale tutto l’universo che ruota intorno ai videogiochi.

La questione potrebbe sembrare di poco conto. Del resto siamo ormai abituati a team di sviluppo che escono con capitoli 2, capitoli 3, remake, remake del capitolo 2, compendio con capitolo 1 2 3 messi insieme con scene tagliate e bonus al preorder.

super giant games annuncia hades 2
Hades 2 (videogiochi.com)

Quindi, di che cosa si stanno sconvolgendo i fan di Super Giant Games? In realtà hanno non tutti i torti nel sentirsi un po’ traditi e indignati per la scelta di questo team di sviluppo che da sempre cerca di dare di sé una certa immagine. Viene quindi da chiedersi se si tratti della capitolazione di uno degli ultimi indie duri e puri o se semplicemente ci sia un senso che per ora sfugge.

Perché il sequel di Hades presentato da Super Giant Games fa così male

Per una parte almeno di chi gioca ai videogiochi l’idea che un team di sviluppo decida di fare un secondo capitolo lavorando all’interno dello stesso universo narrativo stabilito con un gioco precedente non è una novità. Fallout, Assassin’s Creed, God of War, Horizon, qualunque simulazione di qualunque sport. Provando a pensare a giochi che non hanno un sequel tra i grandi nomi per qualunque console o sistema di gioco si fa fatica a trovare qualcosa che non abbia fatto in alcun modo il salto della quaglia negli ultimi anni.

hades 2 trailer polemica
Trailer di Hades 2 (videogiochi.com)

Diverso invece il discorso per quello che riguarda i team di sviluppo indipendenti, quelli un po’ più piccoli, quelli che sembrano sempre messi insieme alla bene e meglio, gruppi di geniacci che una mattina si alzano e tirano fuori delle perle impossibili da creare altrove. Team di sviluppo indipendenti dai quali ci si aspetta invece una creatività spregiudicata e sproporzionata con giochi sempre diversi. Però anche nei titoli indipendenti abbiamo avuto sequel e prequel. E nessuno si è sconvolto. Ma, prendendo come un vanto il fatto di non ripetersi, Super Giant Games avevano invece finora sempre escluso a priori l’idea di fare un sequel. E invece durante i premi dedicati ai videogiochi che si sono svolti qualche giorno fa hanno annunciato Hades 2.

Il trailer è stato fatto rimbalzare su YouTube e le reazioni sono un po’ miste. Per la maggior parte i fan sembrano contenti di poter avere un altro gioco Super Giant Games ma c’è anche chi fa notare come il team di sviluppo abbia sempre in realtà negato di avere intenzione di fare sequel. Si tratta quindi della creatività che si piega al vetero capitalismo? Probabilmente no. Ma, come tutti, anche i ragazzi di Super Giant Games hanno bollette da pagare e famiglie da mantenere e devono aver riflettuto a lungo prima di decidere di fare Hades 2 anziché creare un nuovo gioco. Ciò che adesso hades ha fatto quando è uscito potrebbe essere ripetuto con questo secondo gioco forse proprio perché sarebbe il primo sequel nella storia di Super Giant Games e potrebbe anzi dare al team, che si autofinanzia in toto, spazio per poi darci un altro gioco innovativo e bellissimo.

Super Giant Games, da transistor a adesso una storia di successi

L’idea che i team di sviluppo indipendenti funzionino un po’ come quei gruppi di esperti di videogiochi e computer che ogni tanto si vedono nei film e nelle serie TV e che si riuniscono per produrre cose straordinarie senza mostrare bisogni fisici come cibo e acqua è un po’ come quella stessa idea che gli artisti campino d’aria. Un’idea. Quello che Super Giant Games è riuscito a fare come team di sviluppo è stato trovare il proprio ritmo e rimanere negli anni fedele a quel ritmo.

Se la sua fanbase era solida ma limitata ai tempi di Transistor, uscito nel 2014, con Hades del 2020 sono diventati uno dei team indipendenti più apprezzati di sempre. Hades è infatti riuscito a uscire su tutte le piattaforme esistenti al momento e a fare dimenticare i problemi del precedente Pyre, che invece aveva ricevuto recensioni miste. Cura per i dettagli, centinaia di linee di dialogo registrate e distribuite come in un orologio svizzero, animazioni perfette in ogni dettaglio: Super Giant Games con Hades ha creato qualcosa di molto vicino alla perfezione e i fan lo sanno. E se cifosse modo di bissare perchè non farlo?