Ennesima esclusiva Playstation arriva su PC, è un classico

A volte sembra più facile che siano le esclusive PlayStation che non quelle prodotte da Xbox a finire poi sul PC. E’ il caso di un altro gioco storico che ora può essere goduto anche da chi non possiede la console Sony.

Il lavoro non va però attribuito al team di sviluppo originale di questo iconico prodotto. C’è infatti di nuovo lo zampino dei fan e dei modder. Ecco quindi chi dovete ringraziare se ora potete scaricare e giocare questa piccola perla di nostalgia.

Ennesima esclusiva Playstation arriva su PC, è un classico
Ennesima esclusiva Playstation arriva su PC, è un classico (foto: Sony)

Sul portale Git Hub, tra i tanti forum ce n’è uno dedicato al linguaggio di programmazione chiamato Goal. Non è un linguaggio pensato per chi ama le simulazioni di calcio ma un linguaggio sviluppato da un developer per riuscire ad avere il caricamento dinamico dei livelli. Il developer in questione è ovviamente Naughty Dog e il gioco che appena riemerso dalle nebbie dei pixel è il primissimo Jak and Daxter.

Da PlayStation a PC dopo decenni: Jak & Daxter torna tra noi

Ci sono diversi modi, ovvero diversi emulatori, con cui è possibile giocare su computer alle grandi glorie del passato della console PlayStation senza per forza dover avere tutta una collezione che comprenda la prima PlayStation, PS2 e PS3. Ma il lavoro del team che si sta occupando della decompilazione e dell’analisi del linguaggio di programmazione Goal va ben oltre il semplice porting.

Ennesima esclusiva Playstation arriva su PC, è un classico
Ennesima esclusiva Playstation arriva su PC, è un classico (foto: GitHub)

Su Git Hub trovate il forum specifico dedicato proprio a Goal che viene definito come linguaggio di programmazione che ci ha dato la serie Jak & Daxter. Si tratta di un lavoro che dovrebbe portare la decompilazione di circa 500 mila stringhe di codice e che per ora è arrivato a circa 400mila stringhe. E la storia di questo linguaggio di programmazione è quanto mai interessante. Si tratta infatti del linguaggio che i programmatori di Naughty Dog crearono appositamente per riuscire ad avere un caricamento dinamico delle varie parti dei livelli di cui si componeva il gioco evitando quindi di dover ogni volta avere una cutscene dietro cui nascondere il caricamento.

Dai ragazzi di Naughty Dog non ci si può che aspettare questo genere di genialità. Adesso c’è quindi un gruppo di sviluppatori che a sua volta ha deciso di decompilare il gioco per poterlo rendere funzionante in maniera nativa su PC. Una impresa che ha il doppio scopo di riportarci questa esclusiva PlayStation e renderla quindi giocabile di nuovo e allo stesso tempo permetterci di entrare nella mente di questo team di sviluppo, salvaguardando allo stesso tempo il loro lavoro che può essere ora analizzato e studiato dalle nuove generazioni di programmatori. Se volete farvi una cultura riguardo la nascita del linguaggio di programmazione Goal vi rimandiamo al blog tenuto anni fa da Andy Gavin uno dei fondatori proprio del team Naughty Dog.