Ghost in the Shell: Stand Alone Complex ­First Assault Online - la recensione

La prima volta che abbiamo messo piede nel mondo futuristico di Ghost in the Shell: Stand Alone Complex – First Assault Online (d’ora in avanti solo First Assault Online per semplificare), videogioco sviluppato dal team di sviluppo Neople, è stato grazie a una breve prova di cui vi abbiamo parlato nel nostro precedente hands on.
A seguito dell’uscita su Steam della versione ad accesso anticipato, abbiamo avuto modo di mettere le mani sul pacchetto “Elite Early Access”, che ci ha permesso di iniziare a giocare prima ancora dell’uscita ufficiale.
First Assault Online si basa sull’universo del celebre manga e anime cyberpunk “Ghost in the Shell” che ben si adatta a una trasposizione videoludica. Il gioco sarà free to play ma per aver diritto all’accesso anticipato è necessario acquistare uno tra i pacchetti del “fondatore”, i quali garantiranno anche il possesso di diversi contenuti aggiuntivi, tra cui coupon per sbloccare ulteriori personaggi, moneta virtuale per fare acquisti in gioco e skin aggiuntive.
GHOST7
Tra i difetti principali di questa versione ad accesso anticipato vi è la presenza di un numero estremamente limitato di personaggi, mappe e modalità di gioco; gli sviluppatori hanno però assicurato che ulteriori contenuti saranno disponibili in seguito all’uscita ufficiale.
First Assault Online, come avevamo già constatato in fase di hands on, si configura come un FPS multigiocatore di stampo classico. Vestendo i panni dei personaggi appartenenti alla “Sezione 9” del celebre manga e anime, dovremo sfidarci in 3 modalità di gioco: “Deathmatch a squadre”, “Conquista del terminale” e “Demolizione”.
Le meccaniche di gameplay di questo FPS sono estremamente semplici e a nostro avviso adatte anche a chi è alle prime armi con il genere e magari ricerca uno sparatutto in prima persona poco impegnativo e non eccessivamente competitivo. Dal momento in cui il gioco uscirà dalla modalità “accesso anticipato” di Steam per diventare “free to play”, tutti i costi dello sviluppo verranno sostenuti con l’introduzione di micro-transazioni facoltative.
GHOST2
Il negozio virtuale di First Assault Online ospiterà infatti armi, skin per i personaggi e svariati boost, il cui acquisto con moneta reale è puramente facoltativo, visto che tali oggetti potranno essere sbloccati tramite la moneta virtuale guadagnata giocando. Bisognerà quindi valutare in seguito quanto sarà incisivo l’aver sbloccato alcuni contenuti prima di altri giocatori tramite queste micro-transazioni.
Attualmente però il sistema di progressione del gioco premia frequentemente i giocatori, donandogli quotidianamente l’accesso a nuove armi e ricompensandoli con boost di vario tipo e con moneta virtuale, anche al raggiungimento di un nuovo livello.
In questa versione ad accesso anticipato il numero di armi e potenziamenti è però decisamente limitato; basteranno quindi una decina di livelli per sbloccare la gran parte degli oggetti necessari a personalizzare il proprio armamentario e a potenziare il personaggio scelto.

First Assault Online si basa sull’universo del celebre manga e anime cyberpunk “Ghost in the Shell” che ben si adatta a una trasposizione videoludica.

Ciò che invece incide e interessa maggiormente, durante una partita, è l’utilizzo e la condivisione con tutti i membri del gruppo delle abilità dei personaggi scelti, in quanto alcune di queste sono sbilanciate.
L’abilità di semi-invisibilità di Motoko e l’iper scatto di Paz appaiono meno utili in quanto le mappe sono troppo piccole per essere sfruttate a dovere. Al contrario, l’armatura Nano Gel di Borma e il sensore di calore di Saito, danno alla squadra un vantaggio non da poco quando vengono condivise.
Le mappe sono di piccole e medie dimensioni e ciò dà vita a scontri veramente frenetici, specialmente in modalità “Deathmatch a squadre”, dove l’unico scopo è quello di eliminare singolarmente il numero più alto di avversari.
GHOST1
Più interessante, divertente e tattica è invece la modalità “Conquista del terminale”, dove però, grazie a uno sviluppo maggiormente verticale, sono facilitati i videogiocatori con alti riflessi ed esperti nelle doti di cecchinaggio.
In questa mappa è inoltre richiesta maggiore coordinazione tra i membri del gruppo per la presenza del Tachikoma, robot controllato dall’IA che fornirà un sostanziale aiuto alla squadra che conquista il terminale.
È interessante sottolineare come il Tachikoma avversario possa essere hackerato e disattivato ma che tale azione, eseguita da un singolo giocatore in maniera statica, richiederà il pieno supporto della squadra che si dovrà preoccupare a proteggerlo.

Tra i difetti principali di questa versione ad accesso anticipato vi è la presenza di un numero estremamente limitato di personaggi, mappe e modalità di gioco

La modalità “Demolizione” è quella più interessante e difficile visto che richiederà ai giocatori una totale collaborazione per l’attivazione o disattivazione di un ordigno, con solo una vita a disposizione. Si tratta quindi senza ombra di dubbio di una modalità di gioco che richiederà un approccio esclusivamente tattico, nella quale condividere le proprie abilità e guardarsi le spalle l’un l’altro sarà estremamente vitale.
Pur non presentando nulla di eccessivamente innovativo dal punto di vista del gameplay e nelle modalità di gioco precedentemente elencate, First Assault Online fa della sua semplicità e del modello di business free to play il suo punto di forza, attirando inoltre i giocatori grazie alle ambientazioni cyberpunk del manga e anime da cui prende ispirazione.
GHOST8
First Assault Online resta però a conti fatti un gioco nella media, che non spicca neppure sul versante tecnico dal momento in cui presenta colori spenti e texture poco definite, anche se per certi versi alcuni giocatori potrebbero apprezzare questa scelta, in quanto avvicina esteticamente il videogioco al manga e all’anime degli anni ’90.

Le mappe sono di piccole e medie dimensioni e ciò dà vita a scontri veramente frenetici, specialmente in modalità “Deathmatch a squadre”.

In sostanza, First Assault Online attirerà i veri appassionati del franchise e tutti coloro che, senza grandi aspettative o pretese, sono alla ricerca di uno sparatutto con cui trascorrere il tempo in compagnia di amici.
Per dare un giudizio completo del gioco bisognerà attendere la fine dell’accesso anticipato, momento in cui si potrà anche capire l’effettiva incidenza delle micro-transazioni, tali da delineare il successo o il completo fallimento di questo futuro titolo free to play.

PRO
Il franchise di Ghost in the Shell ben si adatta a una trasposizione videoludica.
Le modalità “Demolizione” e “Conquista del terminale” richiedono un approccio più tattico.
La semplicità del gameplay si adatta ai novizi del genere
CON
Le micro-transazioni potrebbero rappresentare un’arma a doppio taglio.
Scarsità di contenuti nella versione di Accesso Anticipato.
Nulla di innovativo in termini di contenuti
6.5

Leave a reply