GTA Vice City in Unreal Engine 5 è un sogno – VIDEO

Dato che a quanto pare Rockstar Games non si decide, c’è qualcuno che ha preso in mano la situazione e ha provato a darci l’idea di come potrebbe essere GTA Vice City se venisse rifatto con Unreal Engine 5.

A regalarci questa esperienza uno youtuber che in realtà sembra veramente appassionato di Grand Theft Auto al punto tale che sta pubblicando sul suo canale YouTube tutta una serie di video che sfruttano la tecnologia del nuovo motore grafico Unreal.

GTA Vice City in Unreal Engine 5 è un sogno - VIDEO
GTA Vice City in Unreal Engine 5 è un sogno – VIDEO (foto: youtube)

Quello che è in grado di fare TeaserPlay ci ha fatto piacevolmente perdere davvero tanto tempo. Perché una volta scoperti i suoi video, ci siamo messi a guardarli tutti e siamo rimasti incantati dalle sue capacità e abbiamo anche iniziato a pensare che forse è il caso di dare una mano di Unreal Engine 5 anche alla nostra vita reale.

GTA Vice City, dove neanche Rockstar è arrivata

È ovvio che il lavoro dello youtuber TeaserPlay non comprende un gioco utilizzabile. Sappiamo tutti troppo bene cosa Rockstar Games pensa dei prodotti fatti dai fan. Quello che però possiamo apprezzare è un trailer con alcuni spezzoni molto riconoscibili dell’originale Vice City ricreati con la tecnologia contemporanea.

GTA Vice City in Unreal Engine 5 è un sogno - VIDEO
GTA Vice City in Unreal Engine 5 è un sogno – VIDEO (foto: youtube)

Per dimostrare quello di cui è stato capace, lo youtuber ha anche montato un video di confronto tra il lavoro fatto da Rockstar Games e quello fatto da sé stesso mettendo quindi a confronto Unreal Engine 4 e la versione nuova. Soprattutto nel confronto in cui vengono mostrati uno dopo l’altro l’originale GTA Vice City del 2002, la versione del 2021 e il lavoro dello youtuber ci sembra assurdo come il developer originale non si avvicini neanche alla qualità che TeaserPlay è riuscito a creare e anzi le differenze tra la versione originale del 2002 e la versione remaster del 2021 sembrano sottigliezze minime. E infatti tra i commenti che ricorrono più spesso, oltre a esprimere la tristezza per la perdita di Ray Liotta che era la voce di Tommy, ci sono tanti che si lamentano del fatto che Rockstar non sembri curarsi della qualità dei prodotti che distribuisce.

La risposta che gli stessi fan si danno ruota tutto intorno ai soldi. C’è infatti un commento che recita così: “Lavorare su una qualità del genere richiede sforzo e molta concentrazione. Rockstar sto lavorando su diversi progetti. Utilizza le sue attrezzature e le sue energie  in compiti diversi e non in uno solo. Per un rapido profitto 🙂“. Decisamente c’è qualcosa che forse il developer deve ricostruire nel rapporto con i suoi giocatori. Noi intanto però possiamo goderci i remake di TeaserPlay.