Non solo GTA VI, hacker trovano foto di Bully 2 durante attacco a Rockstar

Non soltanto GTA VI, pare proprio che gli hacker abbiano fatto un colpo grossissimo, trovando delle immagini di Bully 2 mentre attaccavano Rockstar.

 

Quello di GTA VI è stato uno leak più grandi di sempre, che ha messo un punto nella storia dei videogiochi. Si parla infatti di un attacco hacker ad una delle aziende più grandi ed importanti del pianeta, che ha mostrato al pubblico immagini e video di uno dei titoli più attesi di sempre. Molti appassionati hanno guardato quegli oltre 90 video trafugati, tutte le immagini ed i contenuti segreti, e si sono fatti un’idea dello sviluppo e del progetto a cui Rockstar sta lavorando. Tuttavia da un marchio così  importante non ci si può certo aspettare che si limiti ad un lavoro alla volta, e infatti c’è chi parla di Bully 2.

Non solo GTA VI, hacker trovano foto di Bully 2 durante attacco a Rockstar
Non solo GTA VI, hacker trovano foto di Bully 2 durante attacco a Rockstar

E non parlano persone comuni, ma gli stessi hacker che fanno parte del gruppo che ha mosso l’attacco e che è riuscito a penetrare nelle difese degli sviluppatori. Con tanto di prime immagini e di dettagli interessanti per quanto concerne Bully 2.

Bully 2, ci sono dei leak online

Attraverso una chat e dei post su Reddit, è possibile sapere molto di più sul prossimo gioco di Rockstar, dopo GTA VI: Bully 2. Il gioco, si legge, ha ripreso vita nel lontano 2009, quando si pensava che c’erano tutti i presupposti per rilanciare il titolo. Tuttavia dei problemi per GTA IV e poi la necessità di lavorare a Red Dead Redemption 2 ha spinto Rockstar ad accantonare il progetto. Poi nel 2017 si è ripreso a lavorare al gioco, che intanto aveva subito delle  variazioni molto pesanti. Da essere un sequel del primo, pare, si sia trasformato in un titolo a sé. Il protagonista, chiamato Aimee, che abita a Eldon (finta Essex) e frequenta la scuola Bully and Key.

Bully
Bully

Per ora c’è parecchio scetticismo dietro questo leak, che non è stato confermato da nessuna altra fonte. Tuttavia sarebbe davvero difficile pensare che Rockstar non possa star davvero lavorando per rilanciare una IP come Bully, che oggi farebbe certamente parlare e anche parecchio di sé. Intanto il Governo ha stanziato 700mila euro per combattere i videogiochi, mentre il segreto di alcuni streamer di COD è  stato ormai scoperto.