Il Call of Duty del 2021 potrebbe essere sviluppato da Sledgehammer

Dall’uscita di Call of Duty WW2 nel 2017, Sledgehammer ha tenuto le mani in pasta per tutti i seguiti della longeva serie dei giochi di guerra più popolari di sempre. Pare, quindi, che per il quinto anno di fila sarà proprio Sledgehammer Games a sviluppare il prossimo titolo di Call of Duty. La notizia arriva da ModernWarzone, un account twitter che si è rivelato sempre accurato in merito ai leak riguardanti i titoli della serie in questione.

ModernWarzone asserisce che ciò accdrà con il 100% delle probabilità e si dimostra più che decisa a riguardo, dato che le tempistiche coincidono e intercorrono più anni tra i titoli Black Ops sviluppati da Treyarch che tra Call of Duty WW2 e il 2021.

Leggi anche –> Call of Duty Black Ops Cold War presenta Firebase Z – VIDEO

Battle royale o non battle royale

call of duty
Fonte: “news.blizzard.com”

Sull’effettivo contenuto del titolo, purtroppo, ancora ModernWarzone pare non essere aggiornato. Dato che la popolarità del genere del battle royale non accenna ad affievolirsi, la modalità erede di Warzone potrebbe ripresentarsi con ottime probabilità ma non vi è ancora nulla di ufficiale. Inoltre, per un annuncio definitivo si dovrà comunque aspettare del tempo, seppur poco, e attendere le mosse di Activision.

Leggi anche –> Call of Duty: Black Ops Cold War il titolo più venduto del 2020

Nonostante ci si sia trovati nelle condizioni di aspettare agosto per l’annuncio ufficiale dello scorso Call of Duty, immaginiamo che si trattassero di condizioni eccezionali, vista l’emergenza sanitaria, e che Activision si sia vista costretta a cambiare i piani di reveal per CoD. Tuttavia, per quest’anno, probabilmente arriveremo a sapere ben prima di agosto ulteriori novità sul titolo di quest’anno.

Con nient’altro da aggiungere che non sia pura speculazione, immaginiamo anche un ritorno futuro di Treyarch, tanto amata per aver consegnato ai giocatori forse i titoli che più sono rimasti nell’immaginario collettivo, sia per motivi anagrafici ma anche e soprattutto per qualità, e per aver creato tra le mappe multiplayer più iconiche, che hanno dato origine a meme e che sono entrate nel cuore della community.

Link utili