It Takes Two, in arrivo il nuovo gioco firmato Josef Fares

Dopo Brothers A Tale of Two Sons, Josef Fares torna con It Takes Two, un gioco incentrato su un divorzio. Sembra noioso? Fares scommette di no. Scommette letteralmente. 

It Takes Two, in arrivo il nuovo gioco firmato Josef Fares
It Takes Two, in arrivo il nuovo gioco firmato Josef Fares (foto: Youtube)

Josef Fares è un nome che circola da qualche anno nel mondo dei videogiochi, dal 2017 per essere precisi, anno in cui ai The Game Awards, prese la parola e con uno stile del tutto personale disse  sua sulla gestione dei micropagamenti all’interno di Star Wars Battlefront.

Leggi anche –> Mortal Kombat al cinema, primo trailer per il film – VIDEO

It Takes Two: i giochi non devono essere sempre divertenti

It Takes Two, in arrivo il nuovo gioco firmato Josef Fares
It Takes Two, in arrivo il nuovo gioco firmato Josef Fares (foto: Youtube)

Dopo essere diventato una star in Rete per il suo discorso, è tornato a fare quello che sa fare: dirigere videogiochi. Il suo nuovo titolo, in uscita a fine marzo, è It Takes Two, un titolo in co-op che ha al centro un’esperienza che nessuno vorrebbe fare nella vita reale figurarsi in un videogame: un divorzio.

Ma non è un divorzio, spiega Fares, di quelli violenti con fatti eclatanti. Succede e basta. Protagonista di It Takes Two è Rose, figlia di Cody e May. Rose cerca di navigare il divorzio dei suoi genitori costruendo due bambole che, nella sua mente, li rappresentano e parla con loro. E qui parte il gioco, i due si ritrovano effettivamente trasformati nelle bambole e vengono catapultati in un mondo in cui dovranno riscoprire la cooperazione, ritrovare la sintonia e, da ultimo, riuscire a tornare a grandezza naturale.

Parlando del gioco e in generale di tutti i giochi, Fares ha le idee chiare quando dice che non sempre i giochi devono essere divertenti, che non devono essere solo divertenti e non devono esserlo per forza.

A livello di meccaniche di gioco, Fares e il suo studio Hazelight, promettono di avere varietà che è, nelle parole dello stesso Fares, il cuore di un titolo narrativo. Lo studio, continua il developer, ha cercato di mettere insieme meccaniche varie e diverse per rappresentare i diversi momenti dello sviluppo della relazione tra i due personaggi. Lo scopo ultimo di Fares è riunire le persone, avere coppie di amici che si incontrano e giocano insieme e finiscono il gioco.

Leggi anche –> Diablo 2 avrà una versione rimasterizzata? Il rumor

Finire il gioco, arrivare in fondo, è per Fares un punto nevralgico dell’esperienza, tanto che scommette letteralmente 1.000 dollari con chiunque andrà da lui e dirà “questo gioco è noioso non voglio finirlo.” E se non dovesse piacere, cosa che comunque lui non prende in considerazione, sarebbe una follia.

Per scoprire se la sicurezza di Fares è ben riposta ci tocca aspettare un altro po’, It Takes Two arriverà su tutte le console e su PC il prossimo 26 marzo. Intanto, proviamo a capirci qualcosa con il trailer. A fondo pagina. E, sì, questo potete guardarlo da soli.

LINK UTILI