Life is Strange True Colors sarà molto diverso dai precedenti

Life is strange: True Colors è in arrivo a inizio settembre su tutte le principali piattaforme ma, a quanto pare, quelli di Deck Nine vogliono che ne sappiamo di più prima che il gioco esca ufficialmente.

Life is Strange True Colors sarà molto diverso dai precedenti
Life is Strange True Colors sarà molto diverso dai precedenti (foto: youtube)

Nel nuovo post sul blog ufficiale PlayStation, Jonathan Zimmermann, narrative director di Deck Nine, ha voluto spiegare i poteri psichici di Alex, in particolare quello chiamato empatia. L’empatia è la capacità di qualcuno di riuscire a mettersi, diciamo così, nei panni di un’altra persona e e sperimentare in qualche modo l’emozione che quella persona sta provando.

Si tratta, quindi, di qualcosa che è complicato mostrare soltanto in video ed è proprio di questa sfida che parla il post sul blog PlayStation.

Life is strange: True Colors e i poteri di Alex

L’empatia di Alex l’abbiamo potuta vedere di recente in un trailer di gameplay e si mostra come un’aura colorata che circonda i personaggi. Nel caso in cui l’emozione provata dal personaggio cui Alex si trova vicino diventai eccessivamente forte, questa aura esplode come una stella e trascina la protagonista dentro la psiche di quel personaggio.

Parlando proprio di questa dinamica e di quello che significa, Zimmermann spiega: “Ciascuna esperienza trasforma il mondo di Alex, offrendole informazioni importanti su ciò che le altre persone pensano ma che rischia di consumare la sua stessa coscienza“. Nel post sul blog PlayStation, Zimmermann spiega il motivo dietro i diversi colori delle aure che è possibile vedere intorno ai personaggi: blu per la tristezza, viola per la paura, rosso per la rabbia, giallo oro per la gioia. E ogni Aura, così come ogni esplosione che coinvolgerà Alex, ha poi delle ripercussioni su quello che vediamo e su quello che sentiamo nel gioco.

Questi elementi rendono True Colors diverso da quello che abbiamo visto finora su Life is Strange: “ci siamo trovati a spingere le convenzioni dello storytelling tradizionale di Life is Strange, impiegando la rappresentazione tangibile audiovisiva delle sensazioni emotive per avere nel giocatore la stessa risposta che Alex prova ogni volta”.

Leggi anche —> Panico su Twitch, forze speciali irrompono in live: “Ma che ca**o!” – VIDEO

Leggi anche  —> TRIGGERED – XDefiant non dovrebbe avere Tom Clancy nel nome

Ma Life is strange: True Colors è anche un’esperienza emotivamente pesante proprio per Alex, “Volevamo anche superare il legame tra Alex e gli altri personaggi, utilizzando elementi quali monologo interiore e l’esplorazione ambientale per mescolare le prospettive e introdurre domande riguardo la forza dei pensieri che Alex stessa prova”.