Grave lutto nel mondo dei videogiochi, perdiamo un veterano

Un lutto sconvolge il mondo dei videogiochi nel profondo. Un veterano ci lascia per sempre, una grave perdita per il settore videoludico

mondo videogiochi
un grave lutto per il mondo dei videogiochi (fonte videogiochi.com)

Si tratta di una notizia che ci lascia senza ombra di dubbio l’amaro in bocca. Uno dei veterani del mondo dei videogiochi ci ha salutati per sempre e questa è un grossa perdita per il settore dei videogiochi in tutto il mondo. Ma stiamo parlando di un giocatore? No si tratta di uno dei padri fondatori di diverse opere all’intento del settore e, con la sua scomparsa, il mondo piange tristemente.

Nonostante negli ultimi anni si era ritirato a fare altro, in origine è uno dei più grandi sviluppatori di sempre. Un genio degli anni ’80 che, come altri suoi colleghi, si era poi cimentato in altre esperienze professionali. Tuttavia, anche se è passato così tanto tempo, molti sono i giocatori che se lo ricordano e gli rendono omaggio con il loro pensiero.

Il mondo dei videogiochi piange la scomparsa di uno dei suoi veterani

mondo videogiochi
un grave lutto per il mondo dei videogiochi (fonte twitter)

All’interno di un gruppo dedicato a ZX Spectrum, Jason Clark informa della scomparsa del collega. Per chi ha sempre amato i retrogaming, inizia a balenare in mente il nome del compianto sviluppatore. E si tratta proprio di lui, Bernie Drummond, uno dei più grandi sviluppatori degli 8-bit. Opere come Head over Heels, Batman nella sua versione isometrica e Match Day II portano la sua firma e sono considerati ancora dei grandi must have per gli appassionati di retrogaming.

L’intera comunità di fedeli e fan del settore videoludico non possono che stringersi in un affettuoso abbraccio per la perdita di una mente come quella di Drummond. Un genio dell’8-bit che ci saluta per sempre. Tempo addietro, ricordano una sua intervista a Eurogamer.net, ha voluto spiegare quale tecnica seguisse per dar vita alle sue opere.

Leggi anche -> Halo Infinite, la Season 1 durerà molto più di quanto pensassimo

Leggi anche -> La fine di Fortnite, annunciata una data storica

“Disegnavo la grafica usando una tecnica verificata e rodatissima. In breve, disegnavo lasciando spazio alla mia immaginazione. Qualsiasi immagine che sembrasse belle, avesse uno scopo o ispirasse dei puzzle, veniva tenuta”. Brillerà per sempre nelle menti e nei cuori di chi, una parte di quegli anni, l’ha vissuta oppure la ama ancora oggi.

Impostazioni privacy