"Mangerei vetro pur di non fare il seguito di Spec Ops: The Line"

Non arrivano buone notizie per quanti vorrebbero un seguito di Spec Ops: The Line.

Come riferisce lo sceneggiatore Walter Williams, buona parte del team di sviluppo preferirebbe mangiare pezzi di vetro appuntiti anziché lanciarsi nella lavorazione di un secondo capitolo.

Questo perché il processo di sviluppo dell'originale è stato "brutale e doloroso", e per giunta il gioco "non ha venduto bene", quindi la fattibilità finanziaria dell'operazione non sarebbe di certo a favore della sua realizzazione.

Già nel 2012, il lead designer aveva parlato dell'imposizione del multiplayer nel gioco, non desiderato dal team di sviluppo ma voluto dal publisher 2K Games, come di un "cancro" nonché di uno "spreco di denaro".

Leave a reply