Microsoft, ora i tornei eSport si giocano su Smash.gg

Microsoft
Microsoft (pixabay)

Visto la grande presa che ha sugli appassionati il mondo degli eSport, Microsoft fa la sua mossa. Smash.gg, piattaforma di tornei, diventa di proprietà

È fresca la notizia che Microsoft ha acquistato Smash.gg, una piattaforma dedicato all’eSport e a tornei vari. Lo scopo dell’acquisizione non è legato ad un nuovo studio di sviluppo, secondo le aspettative.

Oltre alle ovvie perplessità riguardo a come possa integrare il mondo ludico di Xbox, molti non si riescono ancora a concepire del tipo di scelta operata dall’azienda. A quanto pare l’intento non è quello di andare a modificare qualche cosa, ma di offrire un appoggio solido come punto di riferimento.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Microsoft, perché PS5 è più performante di Xbox Series X/S

Microsoft, ora proprietaria della famosa piattaforma eSport

Microsoft
Microsoft acquisizione Smash.gg (screenshot Twitter)

L’obiettivo del colosso tecnologico è quello di offrire ai propri giocatori un portale ben strutturato e funzionale, all’interno del quale è possibile dare supporto ai vari organizzatori. Il risultato? Creare delle competizioni eSport di alto profilo per tutti i giocatori che lo desiderano.

Si avanzano teorie a riguardo l’acquisizione che sia stata fatta in vista del tanto travagliato lancio di Halo Infinite e per integrare ancor di più quella di Gears 5. Proprio come è accaduto con le precedenti, si pensa che Microsoft non sia piombata con tutta la sua maestosità e forza all’interno della scena. Difatti il suo coinvolgimento porta con sé il sostegno economico e tecnologico al fine di innalzare la piattaforma ad una crescita sempre maggiore.

Tutto questo sta a significare una cosa principalmente. Smash.gg non vede al suo interno nessuna modifica o conseguenza derivante dall’acquisizione, ma semplicemente un aumento degli strumenti e delle risorse utili in grado di strutturare al meglio le attività che si ideano nel corso del tempo. Forse, sottolineando il forse, l’unica clausola è quella di dover dover prestare maggior attenzione ai giochi targati Microsoft. Ma ancora, questo, rimane un mistero.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Fortnite, ecco come ottenere Kratos corazzato