Motorola Razr 2022: nelle prime anteprime tutta la potenza del nuovo pieghevole cinese

Le prime opinioni sul nuovo Motorola Razr 2022 sono – quasi – tutte positive. Il colosso che ha dato i natali al mitico Razr, indimenticabile telefono a conchiglia che oggi fa da ispirazione al pieghevole, sembra aver fatto finalmente centro.

Motorola Razr 2022: le anteprime promuovono il pieghevole
Motorola Razr 2022: le anteprime promuovono il pieghevole

Quel che emerge dai primi pareri su chi, ad oggi, ha tra le mani il nuovo Motorola Razr, è che l’azienda che ha reso i telefoni a conchiglia popolari potrebbe, finalmente, aver fatto centro. Il foldable del 2022 di Motorola, che riprende linee e forme del Razr uscito gli anni scorsi, sembra avere le carte in regola per poter sfidare a viso aperto le regine del mercato pieghevoli. Su tutte, Samsung con i suoi Z Flip e Z Fold, ma anche OPPO e Xiaomi.

Su tutto a cambiare, in un form factor che, come detto, sa di deja-vu, è il display esterno. Ora più ampio e, finalmente, utilizzabile. Si da così un senso al telefono da chiuso, un aspetto da non sottovalutare quando si parla di smartphone pieghevoli che fanno della compattezza e della maneggevolezza il loro punto di forza. Anche le dimensioni, in generale, sono ridotte rispetto alla passata generazione, rendendo il nuovo Razr più vicino a Z Flip 4 rispetto alla sua passata versione.

Razr 2022: specifiche tecniche e non solo, cosa lo rende unico

Motorola Razr 2022: le anteprime promuovono il pieghevole
Motorola Razr 2022: le anteprime promuovono il pieghevole

Oltre ad un design unico nel suo genere, Razr 2022 offre specifiche tecniche di tutto rispetto. Il display esterno è un pannello da 2.7 pollici, quanto basta per gestire app e notifiche, mentre all’interno troviamo uno splendido OLED da 6.7″. L’interfaccia utente si presenta come fluida e piacevole da utilizzare, anche grazie ai 144 Hz nonché allo Snapdragon 8+ Gen 1, gli 8 GB di RAM e ai 256 GB di memoria interna.

Ma ciò che migliora sensibilmente rispetto alla generazione precedente è l’effetto della piega alla vista: ora è quasi impercettibile, niente a che vedere con le versioni precedenti. Insomma, un pieghevole che finalmente ha senso di esistere e che non stravolge alcunché in favore di un form factor unico nel suo genere. Per il resto, Motorola monta un sensore da 50 MP f/1.8 con stabilizzatore ottico OIS, in accoppiata ad un 13 MP f/2.2 con AF wide e macro e angolo di visione di 120°. Nulla di stravolgente – chi compra Razr non lo fa per le foto ndr. – ma quanto basta per portarvi a casa scatti di buona qualità.

L’arrivo sul mercato italiano di Razr 2022 è avvenuto nella giornata di ieri e, di listino, costerà 1199€. Non una cifra folle se si pensa al suo essere unico e, rapportato ai competitor (diretti del settore pieghevoli e non), risulta quasi “economico”.

Impostazioni privacy