Nintendo, Animal Crossing: New Horizons per aziende ed organizzazioni

Nintendo
Nintendo linee guida Animal Crossing: New Horizons (screenshot YouTube)

Famoso come gioco per Nintendo, Animal Crossing: New Horizons si estende anche ad aziende ed organizzazioni. Ecco le linee guida 

Da quando il nuovo Animal Crossing: New Horizons si è presentato sul mercato, molte aziende ed associazioni se ne sono servite per alcuni scopi ben precisi. Sia per condividere i loro prodotti che per convogliare messaggi od ideologie, la piattaforma è un ottimo mezzo d’informazione.

Un esempio lampante di questa tipologia di condivisone è proprio la campagna di People for the Ethical Treatment of Animals (PETA). In pratica l’organizzazione si è impegnata nel suggerire i comportamenti vegani da adottare nel gioco, con l’intento di sensibilizzare la salvaguardia degli animali. Un’altra ancora è la tecnica adottata da McDonald’s. La multinazionale ha voluto veicolare il suo nome fra i player, tramite degli abiti personalizzati accessibili da QR Code.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Nintendo in UK, Switch batte PS5 e Xbox Series X/S per il Black Friday

Nintendo, le linee per aziende ed organizzazioni

Nintendo
Nintendo linee guida Animal Crossing: New Horizons (screenshot YouTube)

Proprio per il vasto e largo utilizzo che ne fanno molte realtà commerciali, ma anche associazioni, l’azienda ha deciso di mettere dei paletti per imporre dei limiti. In definitiva un vademecum da dover rispettare al fine di condividere in piena correttezza i propri prodotti o messaggi. Lo scopo è quello di permettere la promozione aziendale senza che vada a ledere l’esperienza ludica dell’utente che gioca per divertirsi e viceversa. Inoltre l’azienda specifica che un comportamento inappropriato non in linea con quanto viene richiesto, causa la cessazione delle attività per il soggetto violante.

Nelle linee guida publicate viene richiesto gentilmente di non utilizzare un linguaggio offensivo e scurrile, di non parlare di politica mantenendo un comportamento in linea con il gioco ed il suo scopo. Inoltre si rifugge l’intento di veicolare all’esterno gli utenti per promozioni di vendita e di non utilizzare simboli e contenuti del gioco per personalizzare le proprie offerte. Questo è quanto viene imposto in Animal Crossing per poter utilizzare il gioco in piena regola e senza incorrere in ban o altre sanzioni.

Rimane ovviamente aperta la possibilità di poter condividere codici sconto e vestiti personalizzati ma sempre nel Pireo rispetto delle linee guida imposte. Pertanto la casa di sviluppo giapponese decide di limitare l’utilizzo promozionale di Animal Crossing, regolato da determinati comportamenti da dover tenere.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Hyrule Warriors, perché la copertina è così “affollata”