Rincaro dei prezzi, videogiochi costeranno di più dal 5 ottobre

Si tratta di un annuncio ufficiale e che probabilmente inciderà sulle abitudini di acquisto di moltissimi giocatori e giocatrici ora che tanti videogiochi subiranno ritocchi ai prezzi di listino.

In realtà probabilmente era solo questione di tempo. Del resto nella situazione globale in cui ci troviamo tutto sta lentamente cominciando a costare di più. Nel nostro settore specifico avevamo già visto, per esempio, Sony annunciare l’aumento di prezzo di tutte le incarnazioni della sua nuova PlayStation 5 e con le fluttuazioni nel rapporto tra euro e dollaro ci sono anche tante altre società che ora stanno rivedendo i prezzi dei prodotti offerti nei vari Store online.

Rincaro dei prezzi, videogiochi costeranno di più dal 5 ottobre
Rincaro dei prezzi, videogiochi costeranno di più dal 5 ottobre (foto: Pexels)

Stavolta la notizia riguarda nello specifico gli utenti Apple. Con un post sul blog dedicato ai developer che lavorano sull’architettura della Mela, Apple ha infatti annunciato che a partire dal prossimo mese di ottobre le varie fasce di prezzo in cui i developer inseriscono le app verranno modificate. Gli aumenti riguardano tutte le fasce e, facendo un rapido confronto con i prezzi precedenti, siamo di fronte a circa un 20% in più.

Videogiochi più costosi, ecco cosa fa Apple

Il breve comunicato rilasciato ai developer non dà spiegazioni riguardo le motivazioni dietro gli aumenti di tutte le fasce di prezzo delle App presenti sull’app store, compresi i videogiochi. Solo per chi si trova in Vietnam viene chiarito che l’aumento è anche frutto delle nuove regole che sono state introdotte nel Paese per il calcolo delle tasse. Nello stesso comunicato viene anche chiarito che questi aumenti di prezzo non coinvolgono tutto il mondo ma una ampia fascia di utenti tra cui ci sono anche tutti i Paesi che utilizzano l’euro ma non Regno Unito e Stati Uniti.

Rincaro dei prezzi, videogiochi costeranno di più dal 5 ottobre
Rincaro dei prezzi, videogiochi costeranno di più dal 5 ottobre (foto: Youtube)

Quello che salta subito agli occhi, andando a guardare la nuova lista con le varie fasce di prezzo, è che non esiste più la possibilità di vendere le proprie app a 0,99 euro, si passa dalle App gratuite a un prezzo di 1,19 euro, un salto importante che si propaga nella seconda fascia che sale a 2,49 euro. Quello che non cambierà sono invece i prezzi degli abbonamenti con il rinnovamento automatico. Questo chiarimento serve anche a escludere per esempio gli abbonamenti alla Apple TV. Come sono pure escluse dagli aumenti quelle società terze parti che utilizzano la piattaforma di Apple come modalità di pagamento per i propri abbonamenti. Almeno per ora.

L’aumento di prezzo significa anche un aumento di guadagno per gli sviluppatori ma significa anche che i consumatori probabilmente cominceranno a stare molto più attenti a quello che acquistano e che quindi la qualità dei contenuti presenti sullo Store, quindi anche quella dei videogiochi per i prodotti Apple, potrebbe aumentare per giustificare l’aumento di prezzo.