Server europei di Rust in fiamme, dati di gioco perduti per migliaia di utenti

È arrivata da Twitter la conferma che i server europei che Facepunch usa per i dati dei giocatori di Rust sono andati a fuoco. In totale sono stati coinvolti dalle fiamme 25 server.

Server europei di Rust in fiamme, dati di gioco perduti per migliaia di utenti
Server europei di Rust in fiamme, dati di gioco perduti per migliaia di utenti (foto: youtube)

Tutti i dati dei giocatori conservati  su questi server sono andati in fumo. Facepunch ha confermato via Twitter che i dati utenti contenuti nei 25 server del Data Center di Strasburgo OVH sono andati distrutti e persi per sempre. Il developer ha anche ammesso che non c’è modo di ripristinare i server e quindi ritrovare i dati andati perduti.

Leggi anche –>Resident Evil pronto per il film reboot, compare in rete il teaser poster

Rust, il cloud e il problema dei backup

Server europei di Rust in fiamme, dati di gioco perduti per migliaia di utenti
Server europei di Rust in fiamme, dati di gioco perduti per migliaia di utenti (foto: youtube)

Quello che è successo ai server europei di Facepunch che ospitavano i dati dei giocatori di Rust è, su scala globale, quello che potrebbe succedere a chiunque se l’unico hard disk su cui sono contenuti i propri dati andasse in qualche modo perso. Quello che è successo al Data Center OVH di Strasburgo è chiaramente molto più grave, perché ha coinvolto, come confermato anche dall’account Twitter ufficiale di Rust, moltissimi giocatori.

L’edificio coinvolto è lo SBG2. Fortunatamente, nonostante possa essere molto fastidioso per i giocatori perdere i propri dati e salvataggi, non ci sono state perdite umane. Tra l’altro, oltre a coinvolgere i dati dei giocatori di Rust di Facepunch, l’incendio nel Data Center OVH ha coinvolto anche ai dati del Centre Pompidou e del Governo francese, che utilizzavano il centro dati di Strasburgo per conservare i propri dati.

Confermiamo la perdita totale dei server europei coinvolti nell’incendio del Data Center OVH” questo il tweet di conferma che continua così “stiamo ora cercando sistemi per rimpiazzare i server coinvolti. I dati non saranno recuperabili.” Al momento non è chiara la natura dell’incendio, quindi aspettiamo di avere degli aggiornamenti per poter capire cosa sia successo. Facepunch e OVH stanno cercando di riportare lentamente online i server che ancora funzionano.

Leggi anche –> Un fan crea il bombardamento su COD Warzone, il risultato è incredibile – VIDEO

Chiaramente la vicenda dei server di gioco di Rust ha scatenato le discussioni online. Per esempio sul subreddit dedicato proprio a Rust, più di qualcuno ha fatto notare come questo incendio dovrebbe convincere Facepunch a investire in un backup dei server di gioco, per salvaguardare quello che i giocatori hanno creato all’interno dell’ecosistema.

Altri però fanno notare invece come creare dei backup sarebbe estremamente costoso, soprattutto se teniamo conto del fatto che Rust è un gioco multiplayer online senza abbonamento. Non ci sarebbe, sempre secondo alcuni utenti che hanno espresso la loro opinione sul thread dedicato al gioco, spazio economico perché Facepunch possa creare anche dei backup dei dati dei server. Voi che ne pensate?

Noi intanto vi linkiamo il tweet a fondo pagina, per poter anche seguire gli aggiornamenti.

LINK UTILI