The Witcher 3, sviluppatore chiede scusa per un fastidioso particolare

Gli sviluppatori di The Witcher 3 si scusano per un errore piuttosto fastidioso fatto durante lo sviluppo del loro capolavoro.

Ci sono dei videogiochi che semplicemente sono troppo grandi e importanti per essere una moda temporanea, e finiscono così con l’incastonarsi non solo nel tempo, ma anche nella storia del mondo videoludico. Dei titoli che sono così fondamentali che semplicemente gettano uno standard a cui tutti i lavori successivi, in qualche modo, devono tenersi per arrivare al videogiocatore. Tra queste perle c’è senza dubbio il capolavoro di CD Projekt Red, che ancora oggi è annoverato tra i migliori videogiochi della storia. Parliamo ovviamente di The Witcher 3.

The Witcher 3, sviluppatore chiede scusa per un fastidioso particolare
The Witcher 3, sviluppatore chiede scusa per un fastidioso particolare

Il terzo e ultimo capitolo della storia dello strigo Geralt di Rivia è un videogioco quasi perfetto. I dialoghi scritti con maestria, i personaggi colorati e ricchi di sfumature, una complessa e articolata storia, che si dirama in tanti altri piccoli racconti. Il tutto condito da magia, combattimenti con spade d’argento e mostri terrificanti del folkrore nordico ed europeo. Tuttavia qualche difetto il titolo lo aveva, come ogni gioco “perfetto”. E oggi alcuni sviluppatori sono tornati a parlarne.

The Witcher 3, CDPR si scusa per un difetto

Lo sviluppatore di The Witcher 3 Philipp Weber, in questo momento a lavoro su The Witcher 4, è tornato indietro nel tempo e ha parlato di uno dei difetti più fastidiosi del gioco. I tantissimi punti interrogativi nel mondo di gioco. Sia chiaro: alcuni erano maledettamente interessanti e nascondevano alcune delle missioni secondarie più eccitanti del gioco. Ma molto spesso erano soltanto dei depositi dei contrabbandieri. Weber ha rivelato a IGN che lo stadio dello sviluppo era troppo indietro alla fine del 2014, e con il titolo che doveva uscire a maggio 2015 non c’era molto tempo.

The Witcher 3 Geralt
The Witcher 3 Geralt

Non c’era molto tempo, quindi è stato molto semplice dire: ‘Ok, dobbiamo farlo e non possiamo farlo perfettamente'”, ha ammesso Weber. “Ho fatto molti di quei terribili – posso dire terribili perché li ho fatti io – nascondigli dei contrabbandieri, confessa. Un piccolo difetto, che certamente non ha rovinato l’esperienza di gioco di nessuno. E speriamo che non si ripeta in The Witcher 4, sul quale ci sono grandi aggiornamenti.