Tempi duri per chi gonfia i numeri su Twitch, megaban per milioni di bot

L’intelligenza artificiale che aiuta nella gestione di Twitch ha aiutato a scoprire e bannare 7.5 milioni di bot che gonfiavano i numeri dell’engagement di diversi account. L’annuncio è arrivato su Twitter dall’account del Supporto tecnico di Twitch.

Tempi duri per chi gonfia i numeri su Twitch, megaban per milioni di bot
Tempi duri per chi gonfia i numeri su Twitch, megaban per milioni di bot (foto: pixabay)

I bot scoperti durante il monitoraggio, fa sapere la piattaforma di streaming, sono pratiche che infrangono i termini di utilizzo di Twitch. I bot erano utilizzati sia per aumentare in maniera fraudolenta il numero dei follower sia per aumentare i numeri degli spettatori dei singoli video e dei canali.

A nessuno piace chi bara e su una piattaforma su cui la maggior parte degli streamer sono videogiocatori questi cheater sono davvero fastidiosi. Cosa non si fa per un po’ di notorietà in più. In una mossa che ha un po’ del sadico e un po’ della bacchettata sulle ditine, Twitch ha anche inserito nel tweet un articolo della sua Policy che spiega proprio cosa è l’engagement fasullo, cosa sono i view-bot e i follow-bot e perchè l’uso dei bot è il male.

In realtà, la definizione di fake engagement su Twitch è più ampio e non coinvolge solo i mezzi più tecnologicamente avanzati ma anche le pratiche Follow4Follow e Lurk4Lurk che comportano la coordinazione di più account che si “fanno un favore” e si scambiano engagement tenendosi aperti gli stream a vicenda. E neanche questo piace a Twitch.

Leggi anche –> Alexa arriva su Xbox Game Pass: come usare la funzionalità

Il fake engagement e il ban su Twitch

Tempi duri per chi gonfia i numeri su Twitch, megaban per milioni di bot
Tempi duri per chi gonfia i numeri su Twitch, megaban per milioni di bot (foto: pixabay)

L’annuncio su Twitter recita così: “Abbiamo monitorato l’aumento del fake engagement su Twitch e abbiamo identificato oltre 7.5 milioni di account che violano i nostri TOS con i follow-bot e i view-bot. Ci stiamo muovendo contro questi account e apprezziamo tutti i report sul problema.”

Quindi, dopo aver deciso che i maleducati e i violenti non hanno spazio sulla piattaforma, ora Twitch ha deciso di far valere le sue policy di buona condotta anche contro chi bara apertamente. Anche perchè “L’engagement artificiale e il botting limitano le opportunità di crescita per i broadcaster legittimi e stanno danneggiando la comunità nel suo insieme“.

Leggi anche –> Dakota Johnson (50 Sfumature) promuove i vibratori: “Non sono giocattoli”

Il punto di vista di Twitch è assolutamente condivisibile anche se può essere letto anche come mossa per salvaguardare il proprio modello di business: se la piattaforma di streaming per videogiocatori non riesce a mettere un freno ai cheater, chi vorrà più fare uno stream? Ma del resto una piattaforma senza cheater è anche un luogo un po’ più sereno in cui fermarsi a guardare o a fare un video.

A fondo pagina vi mettiamo il tweet ufficiale con cui Twitch bacchetta i cheater.

LINK UTILI