Videogioco cancellato si è trasformato in un film sui dinosauri – VIDEO

Un videogioco cancellato si è trasformato in quello che è uno dei film più interessanti per quanto concerne il mondo dei dinosauri.

Ogni giorno l’inventiva umana fa nascere tantissime idee e progetti interessanti, con cui poter sperimentare e spingere le solide barriere di quello che è impossibile sempre più lontano. Purtroppo, però, il mondo delle idee si scontra con il mondo reale, delle possibilità, ed ecco che ogni giorno ciò che partorisce la nostra mente viene anche subito seppellito. Serve denaro, tempo, più persone, altra tecnologia, ecc ecc.

Videogioco cancellato si è trasformato in un film sui dinosauri

Ed è quello che è successo ad uno dei principali artefici dietro al “Progetto X” di Microsoft, che poi sarebbe diventato Xbox. Ovvero Seamus Blackley, che bisogna ringraziare per il design originale della prima Xbox e per il suo ruolo centrale nella creazione di una console da gaming Microsoft che non fosse un PC. Non solo però, perché proprio da una sua idea, ha rivelato sul suo account ufficiale, nasce uno dei film sui dinosauri più importanti del mondo.

Jurassic World era un videogioco, da cui è nato un film

Blackley aveva creato un gioco sui dinosauri negli anni Novanta, ovvero Traspasser. Il titolo non venne molto apprezzato, era parecchio buggato e lo sviluppatore subì minacce di morte. Pensavo che non avrei mai più lavorato e tutto il resto. Avevo incontrato Bill Gates e l’avevo impressionato con la fisica e il rendering, così gli chiesi un lavoro“, riporta su Twitter. Qui finisce, tra le altre cose, a lavorare nella Creative Artists Agency, che rappresenta e cerca talenti, e che collabora con tante realtà. Tra queste anche registi del calibro di Steven Spielberg.

Jurassic World copertina videogioco
Jurassic World copertina videogioco

Ad un certo punto gli viene chiesto di confezionare un trailer per un videogioco da presentare a Spilberg. “Ho scritto una storia sui dinosauri di Isla Sorna e sui siti di ricerca in fuga, e su come gli esseri umani hanno dovuto fare i conti con i proprietari originari del pianeta“. Il nome? “Lo abbiamo chiamato Jurassic World”. Poi, rivela Blackley, c’è stato un terremoto all’interno della Universal e il processo creativo non ha continuato. Tuttavia il materiale prodotto è stato inviato al produttore cinematografico Frank Marshall, che stava lavorando proprio ad un nuovo film sui dinosauri. “Ho mandato a lui tutti i miei asset e siamo in contatto da allora”, si chiude la storia. Ecco quindi che il nuovo Jurassic World in qualche modo nasce dalle rovine di un sequel mai prodotto del videogioco Traspasser. Insomma, non mollate mai!