Zoom e Tesla: ufficiale il supporto alle videochiamate sui veicoli di Elon Musk

Una feature che, per dirla tutta, supera anche l’immaginazione più fervida. No, non stiamo parlando dell’ultima opera cinematografica di Dennis Villeneuve o Ridley Scott, ma della mera e semplice realtà. A breve sarà possibile videochiamare su Zoom direttamente da una Tesla.

Zoom su Tesla: la novità in arrivo
Zoom su Tesla: la novità in arrivo

Tesla è sempre più l’auto dei sogni non troppo celati degli amanti di Blade Runner o Alien. Oggi è stato compiuto un altro, l’ennesimo, piccolo passo nella direzione di un futuro in cui le auto saranno un vero e proprio hub tecnologico e automatico. No, non stiamo parlando della guida autonoma, ne tantomeno dell’avveniristico motore elettrico e della sua efficienza. Il protagonista della notizia è Zoom, il servizio di videochiamate finito sotto le luci della ribalta con il lockdown del 2020 ed oggi uno degli strumenti più utilizzati in ambito business e non solo.

Ebbene, a parlarne la stessa Zoom, tramite un suo portavoce intervenuto durante l’evento Zoomtopia:

“Posso confermare che l’integrazione di Zoom su Tesla sarà presto disponibile su tutti i nuovi modelli Tesla.”

Zoom su Tesla: per ora si potrà sfruttare solo da fermi?

Una vera e propria bomba, quella sganciata dal servizio di videocall, che diventa così pienamente compatibile con i veicoli targati Tesla. Si tratta tuttavia di una novità che, con tutta probabilità, non potrà essere utilizzata in movimento tra uno spostamento e l’altro. O almeno non fino a quando verrà implementata appieno la guida autonoma a lungo attesa e promessa dall’azienda di Elon Musk.

Zoom + Tesla
byu/GypsyWomanSays inteslamotors

Al contempo si tratta di una feature che renderà i tempi morti tra una ricarica e l’altra più produttivi. Seppur i charger di Tesla, sparsi per tutto il globo, ricarichino sempre più velocemente i veicoli, va da se che almeno 20 minuti di pausa siano “d’obbligo” tra una ripartenza e l’altra. La novità, come specificato da Zoom, sarà disponibile sulle vetture recenti e i nuovi modelli, grazie all’introduzione di una telecamera rivolta verso la poltrona del conducente – giunta dapprima su Model 3 e poi finita sui restanti modelli della casa automobilistica.

Impostazioni privacy