Assassin’s Creed cancellati, Ubisoft fa un passo indietro

Le ultime notizie arrivate direttamente da Ubisoft ci davano diversi capitoli di Assassin’s Creed condannati a sparire per sempre. E invece arriva adesso proprio dal publisher francese una mezza marcia indietro.

Come è successo altre volte, a costringere il publisher a dover chiarire la natura e la portata reale delle proprie comunicazioni sono state le reazioni dei giocatori che sono saliti sulle barricate. Speriamo che anche questa mezza figuraccia possa aiutare Ubisoft a tarare meglio i messaggi che diffonde in futuro.

Assassin's Creed cancellati, Ubisoft fa un passo indietro
Assassin’s Creed cancellati, Ubisoft fa un passo indietro (foto: Steam)

Abbiamo di recente parlato del fatto che il publisher stia a più riprese staccando la spina a molti giochi e in particolare eliminando la componente online. Ma a giudicare dai messaggi che erano circolati di recente sembrava anche che ci fosse almeno un capitolo di Assassin’s Creed che sarebbe sparito completamente. Tutta colpa di un messaggio scritto male apparso sulla pagina Steam.

Assassin’s Creed Liberation, la decisione di Ubisoft

A far arrabbiare parecchio i giocatori di Assassin’s Creed Liberation era stato un messaggio che sulla pagina ufficiale Steam del gioco chiariva come, per decisione del publisher, il titolo non fosse più né acquistabile ne giocabile da chi lo possedeva già. Il messaggio infatti recitava che il gioco non sarebbe stato più “accessibile” a partire dal prossimo primo settembre.

Assassin's Creed cancellati, Ubisoft fa un passo indietro
Assassin’s Creed cancellati, Ubisoft fa un passo indietro (foto: Steam)

Scegliere di utilizzare il termine “accessibile” deve essere stata una svista, noi lo speriamo fortemente. Ma i commenti stizziti dei giocatori che si sono sentiti giustamente defraudati di qualcosa che avevano acquistato devono aver fatto notare come il messaggio mancasse di dettagli fondamentali. E questi dettagli sono arrivati con un comunicato ufficiale proprio da parte di Ubisoft che ha chiarito che tutti i giochi coinvolti dallo spegnimento dei server e delle componenti online, tra cui c’è proprio Assassin’s Creed Liberation, in realtà non scompariranno del tutto.

I giocatori e le giocatrici che hanno già acquistato e scaricato il gioco avranno quindi ancora modo di poterlo giocare e, nel caso fosse necessario, anche scaricarlo nuovamente. Quello che verrà coinvolto nella eliminazione è la parte che potremmo definire accessoria e infatti, se andate adesso sulla pagina Steam di Liberation come su quella di Brotherhood, il messaggio è stato reso più chiaro e ribadisce che solo i DLC e la componente online non sarà più accessibile.