Assassin’s Creed Valhalla, una connessione col primo titolo della serie

Assassin's Creed Valhalla (Fonte Ubisoft)

In Assassin’s Creed Valhalla spazio anche ad una connessione nascosta col primo titolo della saga Ubisoft, uscito nel 2007.

Dal 2007 ad oggi, il franchise Ubisoft ha portare i videogiocatori a spasso per le epoche storiche, senza farsi problemi di andare avanti e indietro nella Storia. L’ultimo titolo ha come protagonista il mondo nordico dei vichinghi, ottenendo un grande successo.

Il videogioco, per quanto riguarda le vendite del lancio, ha superato i numeri di Call of Duty: Black Ops Cold War, un’altra serie con un fandom di base già molto sviluppato. Oltre al gioco in sé, il nuovo AC sembra anche offrire diversi riferimenti alla cultura pop (come abbiamo visto con l’easter egg di D&D) ma anche alla storia stessa del franchise.

Leggi anche –> Cristiano Ronaldo protagonista di un videogioco Battle Royale – VIDEO

Assassin’s Creed Valhalla, riferimento al primo titolo della serie

Assassin's Creed Valhalla
Scena di gioco (fonte: Ubisoft).

Come notato dall’utente reddit R_hexagon (via ScreenRant) il giocatore in Valhalla si sposta fra tre città: York, Londra e Winchester. Lo stesso avviene nel primo titolo di AC, dove le città erano invece Acri, Gerusalemme e Damasco.

Ciascuna di queste città è preda di forze ostili, rispettivamente gli Antichi e i Templari. A primo impatto, questi potrebbero non sembrare grandi riferimenti, ma semplicemente schemi narrativi che si ripetono.

R_hexagon continua però  rivelando che ciascuna delle città del nuovo AC rispecchia quelle del primo titolo, affermando come si ripetano anche gli stessi schemi con l’incontro della stessa tipologia di personaggi; tra questi troviamo un medico pazzo, un bruciatore di libri e un boia.

Leggi anche –> Prince of Persia, in arrivo un reboot per la serie Ubisoft?

Questa “scoperta” dimostra ancora una volta l’attenzione di Ubisoft per i dettagli, come si è visto per la riproduzione delle incursioni vichinghe nell’Alto Medioevo. Con la prossimità delle festività natalizie poi, non escludiamo ulteriori aggiunte al gioco.