Babylon’s Fall è un fallimento totale, pochissimi giocatori

Il fallimento di Babylon’s Fall è ormai sotto gli occhi di tutti. Il titolo fa davvero fatica ad andare avanti con così pochi giocatori.

Purtroppo quando esce un videogioco nuovo non tutto va sempre come previsto, rovinando anni e anni di sviluppa ricevendo una pessima accoglienza. Molto spesso la colpa è proprio dei videogiochi, poichè se il titolo non è ben ottimizzato, se ha un pessimo gameplay o è afflitto da una miriade di bug, bhe, c’è poco da fare.

Babylon's Fall
Ecco un’immagine di questo sfortunato titolo. (Fonte: playstation.com)

A volte invece l’insuccesso di un titolo viene proprio dai giocatori e dai momenti in cui esce un determinato videogioco. Ad esempio alcuni generi nel passato erano molto giocati, mentre adesso vengono visti come obsoleti. In questo caso però, sono molti i motivi dietro l’insuccesso di Babylon’s Fall. Il titolo è appena uscito ma al momento rischia di essere un vero fallimento per la casa di sviluppo.

Babylon’s Fall: il flop di PlatinumGames

Babylon’s Fall è un nuovo titolo action rpg sviluppato da PlatinumGames e pubblicato da Square Enix per Pc, Xbox One e PS4 il 3 marzo 2022. Questo nuovo gioco inizialmente prometteva molto bene, divenendo poi il fallimento totale di PlatinumGames.

Babylon's Fall
Come avete trovato i combattimenti su Babylon’s Fall? (Fonte: platinumgames.com)

PlatinumGames sono diventati famosi per aver sviluppato titoli del calibro di Bayonetta (serie) e Nier Automata. Inoltre Bayonetta 3 è molto vicino al suo rilascio, ma gli sviluppatori consigliano di fare altro prima di giocarlo. Infatti in molti speravano di vedere un titolo che sapesse essere all’altezza dei due capolavori dello studio di sviluppo, rivelandosi invece il peggio che potevano fare. Infatti sia i giocatori che le varie riviste specializzate hanno penalizzato il titolo, dando voti negativi in modo che adesso il titolo è inferiore alla media della sufficienza.

A quanto pare tutto quest’astio per il titolo nasce dall’aretratezza del titolo e dalla presenza ingombrante delle microtransazioni. Infatti alcuni elementi strizzano troppo l’occhio ai free to play, proprio in modo per spingere gli utenti ad acquistare. Il titolo però è tutt’altro che free, visto che su Steam il prezzo è di 70 euro.

Purtropppo però è molto difficile che gli sviluppatori e la Square riescano a risollevare le sorti del titolo, visto che al momento su Steam il picco massimo di giocatori in contemporanea è solo di 1166 persone. La media giornaliera è di appena 513 giocatori, cosa che sta decretando il fallimento totale del titolo.

Al momento speriamo che gli sviluppatori riescano in qualche modo a salvare ciò che resta di Babylon’s Fall, prima che venga velocemente dimenticato.