Bloodborne 2 ambientato in Italia, arrivano delle immagini spettacolari

Bloodborne 2 inizia a farsi strada tra notizie e voci di corridoio. Avete visto online le nuove immagini che sono comparse? Lasciano a bocca aperta

Ancora una volta, la nostra cara e amata Italia, è stata scelta come luogo in cui ospitare un videogioco. Una scelta ricaduta su una delle città più belle e romantiche del nostro Paese. Ma di quale città si tratta di preciso? Ecco il luogo che si è immaginato possa ospitare tutte le vicende del videogioco Bloodborne 2. Il risultato vi lascerà, decisamente, senza fiato.

Bloodborne 2 ambientato in Italia
Bloodborne 2 ambientato in Italia (fonte pagina Facebook Piero Vianello)

In molti conoscono Bloodborne come uno dei giochi che è riuscito ad attirare per la sua componente soulslike di grande spicco. Infatti in tanti sono stati catturati dalle vicende e dalle dinamiche del titolo in questione. Anche se è passato molto tempo dal suo debutto, c’è ancora chi sceglie di iniziare a muovere i primi passi attraversando i luoghi bui di Yharnam. Ed anche che costantemente lo rigioca per mettersi alla prova di nuovo. Una prova tangibile? Basta pensare che, un boss di questo titolo, è comparso anche sul più recente Elden Ring.

L’Italia di Bloodborne 2… semplicemente magnifica

Lo avete visto in remastered in 4K a 60FPS? Ed è proprio per tutto questo amore ed interesse che, in molti, chiedono a gran voce che Bloodborne possa essere utilizzato anche sulle ultime console next gen. Una richiesta che in molti hanno avanzato verso FromSoftware e Sony richiedendo addirittura la possibilità di mettere le mani su un remake pensato ad hoc. Nelle ultime ore, stanno circolando alcune foto in cui Bloodborne vede un’ambientazione del tutto nuova. Dei luoghi che, di sicuro, sono conosciuti a moltissimi di noi. In quale zona d’Italia è approdato Bloodborne?

Bloodborne 2 ambientato in Italia
Bloodborne 2 ambientato in Italia (fonte pagina Facebook Piero Vianello)

Attraverso la sua pagina Facebook, l’artista Piero Vianello ha voluto condividere una sua idea inserendo il secondo capitolo del soulslike in una delle città più romantiche d’Italia. La città che fa da sfondo alle vicende del gioco è proprio la bellissima Venezia. Un lavoro degno di nota che, di sicuro, ha attirato l’attenzione di un gran numero di appassionati del titolo.

“Mi sono divertito un po’ ad usare l’IA Midjourney per immaginare Bloodborne con un ambiente ispirato a Venezia. Che dire, l’arte grazie all’IA sta prendendo piede, sembra ancora strano ma utilizzata come modo preliminare da implementare assieme al classico lavoro di concept art nella pre-produzione potrebbe essere davvero interessante”. Per finire, un doveroso omaggio ricordando il trailer del primo capitolo.