Call of Duty: Warzone, il misterioso cheat che contagia i giocatori

Torniamo a parlare di Call of Duty: Warzone e torniamo a parlare di cheat su questo gioco che non trova davvero pace.

Call of Duty: Warzone, il misterioso cheat che contagia i giocatori
Call of Duty: Warzone, il misterioso cheat che contagia i giocatori (foto: Activision)

Stavolta però la storia è strana e sembra una sorta di vendetta karmica del codice sorgente contro quelli che hanno deciso di fare punteggio in modo disonesto. Tutto è cominciato perchè alcuni streamer molto famosi si sono ritrovati con il livello 1000 e tutto sbloccato.

Abbiamo allora scoperto un nuovo cheat dei super grandi? No, la risposta potrebbe essere un’altra: una questione di contagio digitale. O si tratta di una mossa aggressiva per rovinare la festa a tutti? Fatto sta che Activision deve fare qualcosa perchè lo spirito maoschistico del genere umano è grande ma non infinito e c’è una quantità finita di pazienza prima che i giocatori mollino, disintallino e piuttosto passino il tempo con Candy Crush.

Call of Duty: Warzone e il bug che si trasmette?

Il nuovo cheat sembra prendere di mira i giocatori che fanno streaming, in particolare i grandi nomi di Twitch e Youtube. Il nome più grosso è sicuramente quello di Nick “NICKMERCS” Kolcheff, che ha postato un video. Altri nomi conosciuti nella community e che si sono visti trasformare tutte le stats sono Biffle, Smixie, Faze’s Swagg su Youtube.

E su Twitter i messaggi sono tra l’allarmato, il confuso e l’irritato. Prendiamo per esempio quelli di @iSmimzie, una delle giocatrici del team ROKKR. La giocatrice lo scorso 12 luglio così si lamentava: “C’è un free trial per gli hack questo finesettimane il che spiega perchè c’è stato un tale flusso di hacker ma ora sono semplicemente irritata: sto morendo uccisa da ragazzini che non posson neanche PERMETTERSI IL FOXXUTO HACK” e poco dopo è tornata e ha annunciato a tutti di essere stata colpita anche lei da questo strano bug “E poi mi hackerano al livello 1000 e tutte le mie armi son osbloccate e sono a un centimetro dal disinstallare tutto“.

Leggi anche –> CoD Warzone, il nuovo direttore ha litigato con Playstation per 1mm

Leggi anche –> Esclusiva Playstation rinvitata, pessima notizia per i fan

Ci chiediamo spesso cosa spinga qualcuno a pagare (pagare anche oltre i 100 euro) per avere un vantaggio disonesto in un aspetto della vita che non porta remunerazione. Poi ci viene in mente che c’è gente che si sente soddisfatta solo perchè ti passa avanti in cassa al supermetato e tutto si chiarisce: lo spirito di sopraffazione e il dominio, la furberia.

Perchè i giocatori onesti, tra l’altro molti sono conosciuti, siano finiti toccati da questo strano bug che fa istantaneamente crescere il personaggio fino al livello 1000 e sblocca tutte le armi e gli accessori è un mistero. Potrebbe essere un problema del bug stesso che, nel momento in cui il cheater muore salta su un nuovo ospite o, più sinistramente, di una mossa per demolire la reputazione proprio di questi giocatori.

Non si estirperanno mai, forse, i cheater da CoD: Warzone ma Activision a questo punto deve necessariamente trovare un sistema per o ridurli o premiare chi gioca pulito se non vuole avere una improvvisa emorragia di giocatori.