Charlize Theron e le donne ad Hollywood: “Vorrei ruoli più complessi”

L’attrice Charlize Theron sui ruoli delle donne ad Hollywood, spesso meno profondi e complessi rispetto a quelli dei colleghi uomini.

charlize theron donne hollywood
La protesta dell’attrice (fonte: YouTube).

L’attrice vincitrice di un Golden Globe, nonché candidata diverse volte all’Oscar, è amata ormai da diverso tempo dal pubblico, che porta nel cuore le sue performance in film come Monster (2003), North Country – Storia di Josey (2005) e Bombshell – La voce dello scandalo, o capitoli di celebri franchise come Fast & Furious 8 e Mad Max: Fury Road.

Recentemente, l’attrice ha sconvolto il pubblico rivelando la sua infanzia shock, le violenze del padre e l’omicidio di questo da parte della madre, per proteggere sé stessa e Charlize, all’epoca solamente un’adolescente. Tanta sofferenza, nella maggior parte dei casi, porta una maggiore empatia  verso l’altro, dote che sicuramente la Theron porta sempre con sé sul set, ma che vorrebbe esercitare in ruoli di maggior profondità, come concesso ad alcuni suoi colleghi uomini.

Leggi anche –> Ghost of Tsushima e la storia del Giappone: quando il videogioco fa cultura

Charlize Theron, perché le donne non possono avere ruoli complessi?

charlize theron donne hollywood
L’attrice sul red carpet (fonte: YouTube).

Anche guardando alla storia della madre, Charlize sa benissimo che anche una donna può essere forte e avere una ricchezza a livello di stati umani pari a quella di un uomo; e questo vale anche per quanto riguarda il mondo del cinema.

Intervistata, la Theron ha infatti fatto notare come la maggior parte delle volte i personaggi contraddittori, con diversi conflitti interiori e una grande complessità umana siano uomini, e interpretati da uomini. Vorrei anche io, in quanto donna, esplorare personaggi complessi, complicati, con diverse sfumature, come i personaggi ad esempio di Robert De Niro o Jack Nicholson spiega l’attrice.

Leggi anche –> STALKER 2 potrebbe arrivare anche su Playstation 5?

I personaggi complessi dei quali parla l’attrice sono spesso uomini perché, di frequente, la maggior parte delle storie sono incentrate su uomini; una cultura ben radicata che però, i registi di Hollywood (e non solo) stanno cercando di cambiare in questi ultimi decenni.

LINK UTILI