Chivalry 2 videorecensione: è bello tornare a pugnare!

Videorecensione di Chivalry 2, il gioco appena lanciato da Torn Banner ci ha convinti. Ecco l’analisi completa.

Chivalry 2 copertina
Chivalry 2 videorecensione

Si torna finalmente alla pugna. Dopo nove lunghi anni dal primo capitolo che segnò una frattura nel mercato videoludico, Chivalry torna più forte e scintillante che mai con un sequel di pregevole fattura.

Dopo qualche problema ai server, che si sono protratti anche dopo il day one a dire il vero, siamo scesi sul campo di battaglia insieme ad altre migliaia e migliaia di videogiocatori, dando vita a spettacolari combattimenti.

“Bigger and better”, era questo il motto che gli sviluppatori hanno usato durante il periodo prima del lancio per presentare Chivalry 2 al mondo. Ed infatti parliamo di una naturale e piacevole evoluzione di quel primo capitolo che nel 2012 fece molto clamore. Creando una nicchia in cui altri si sono gettati, per ultimo Mordhau.

Tornano le battaglie incredibilmente sanguinose e coreografiche tra i cavalieri di Agatha e l’Ordine dei Massoni. Una distinzione meramente estetica, con l’eterno duello tra blu e rosso che è solo una scusante per cercare di decapitare l’avversario con un colpo di alabarda.

Chivalry 2, la videorecensione di Videogiochi.com

I combattimenti di Chivalry 2 sono di altissimo livello, con un sistema particolarmente complesso e organico. I colpi che potrete scagliare sono di 3 tipi: fendenti orizzontali, affondi e attacchi verticali. C’è poi la parata, che deve essere eseguita mirando precisamente al colpo dell’avversario, che può essere anche perfetta, facendo vacillare il nemico per qualche secondo. Ci sono poi i calci, utili per rompere gli scudi, e la possibilità di lanciare la propria arma, l’arma secondaria e oggetti raccolti dallo scenario.

Parliamo di un sistema che è piuttosto facile da comprendere, ma estremamente difficile da padroneggiare. E così ogni singolo duello diventa assolutamente interessante, unico e sentito. Con un po’ di abilità e i giusti riflessi, una finta e un buon movimento di gambe, un arciere armato di pugnale può uccidere il più bardato dei cavalieri.

Il tutto su campi di battaglia da 64 giocatori, che duellano in ogni punto, con litri di sangue, teste, arti e frecce che volano ovunque. Una vera e propria danza macabra, che si muove a ritmo del clangore metallico di spade ed asce che si abbattono su elmi e piastre rinforzate.

Chivalry 2, ottimo sonoro e profondità del gameplay

Chivalry 2 battaglia

Il reparto sonoro è ben curato, e permette di sentire bene gli avversari che si muovo attorno, soprattutto quando si esibiscono negli ormai caratteristici urli da guerra, oltre che nell’ampio gamespeak che vi permetterà di insultare i nemici e dare ordini ai vostri.

Le classi sono 4, con ampie possibilità di personalizzazione, sia estetica che dal punto di vista dell’equipaggiamento. Alabarde, mazze chiodate, zwihander fino a coltelli e daghe corte, in base alla classe che sceglierete. Ogni specialista ha poi ha tre sottoclassi, per un totale quindi di 12 diverse combinazioni tra cui poter scegliere per combattere.

Chivalry 2 permette di vivere un’esperienza che è sempre più rara: affrontare l’avversario faccia a faccia, impegnarsi per ogni centimetro e vivere momenti intensi di battaglia campestre. In un mondo fatto sempre più di FPS, che per loro natura implicano mettere una certa distanza tra noi e il nemico, il lavoro di Torn Barner è proprio quello di cui avevamo bisogno.

Ora però bisogna pensare al futuro e migliorare sempre di più il progetto. I server non sono proprio eccellenti, con problemi di lag che non sono rari. Non dispiacerebbe avere qualche mappa in più e un calcolo più preciso degli impatti, ma ve ne dimenticherete presto mentre caricherete il nemico col vostro urlo da guerra. Parliamo comunque di un team di sviluppo piccolo, che non ha un budget da tripla A, ma tanta passione e voglia di essere riconosciuto per una singola e centrale IP.

Per questo diamo a Chivalry 2 un 8. Tantissime ore di divertimento e di massacro per i videogiocatori ad un costo relativamente contenuto. Azioni fantastiche, humor grottesco ed una spruzzata di Mony Python per un medioevo che sembra essere il futuro.

VOTO 8

PRO

  • ALLA PUGNA!
  • Divertente, violento, grottesco
  • Sistema di combattimento profondo
  • Acquisti in-game volti solo alla personalizzazione estetica
  • Una ventata d’aria fresca

CONTRO

  • Lag e problemi che si susseguono
  • Non tutte le animazioni sono ben calcolate
  • Poche mappe

LINK UTILI

Impostazioni privacy