Il creatore di Smash Bros, Masahiro Sakurai, potrebbe andare in pensione

Masahiro Sakurai, che il mondo conosce come l’uomo dietro Smash Bros e Kirby, è anche uno degli autori della rivista giapponese Weekly Famitsu. Nel numero appena uscito Sakurai sembra accennare alla volontà di volersi ritirare e andarsene in pensione.

Il creatore di Smash Bros, Masahiro Sakurai, potrebbe andare in pensione
Il creatore di Smash Bros, Masahiro Sakurai, potrebbe andare in pensione (foto: youtube)

Sakurai non ha mai nascosto quanto complicata e dura, anche a livello fisico, la sua vita come produttore di videogiochi sia. Un paio di anni fa, per esempio, sempre dalla sua colonna dedicata sul Weekly Famitsu, ha raccontato che si dedica ancora anima e corpo allo sviluppo del gioco anche se potrebbe affidare ad altri e delegare.

In un altro appuntamento, qualche anno fa, il creatore di Kirby si era addirittura aperto e aveva raccontato della tendinite calcificante che lo ha colpito alla spalla destra e che rendeva e sta rendendo complicato fare il play test dei giochi.

Non è quindi una sorpresa che Sakurai affidi a Weekly Famitsu anche questa nuova idea che sembra si stia formando dentro di lui: andarsene in pensione.

“Per quanto ancora posso andare avanti e poi, che farò dopo?”

Il creatore di Smash Bros, Masahiro Sakurai, potrebbe andare in pensione
Il creatore di Smash Bros, Masahiro Sakurai, potrebbe andare in pensione (foto: youtube)

L’articolo, spiega lo stesso Masahiro Sakurai, è stato scritto a inizio mese proprio alla fine della Settimana d’Oro. Si tratta di una discreta serie di festività in Giappone che coincidono con chiusure anche delle attività produttive. Aggiungendo poi la situazione drammatica relativa al covid-19 a Tokio, Sakurai è riuscito forse finalmente a rilassarsi. E questo rilassamento è qualcosa che deve essergli mancato dato che scrive “Probabilmente queste sono le prime ferie che ho con giorni lontano dal lavoro consecutivi in, tipo, 10 anni?

Probabilmente per la prima volta in tanto tempo non ha pensato attivamente al lavoro. Racconta di essersi intrattenuto andando in giro in macchina o rimanendo a casa a guardare film e a giocare. E poi è arrivato un commento che a molti è suonato come lo stato embrionale di un’idea di pensione. Sakurai infatti racconta che queste attività fatte in questi giorni in cui aveva le ferie gli sono sembrati ciò che aveva immaginato sarebbe stato andare in pensione. Anche perché, per quanto voglia impegnarsi, “Non c’è modo che io possa lavorare per sempre”.

Anzi sembra che non veda l’ora di andare in pensione prima perché infatti aggiunge poco dopo: “A essere onesto, immagino davvero essere in grado di godermi ogni giorno potendo avere un po’ di tempo libero. Bramo di andare in pensione presto!

In realtà, Sakurai non avrebbe ancora tecnicamente l’età della pensione. Nonostante abbia un aspetto sempre molto giovanile, il creativo padre di Kirby è in attività da oltre 30 anni. Il suo primo titolo, Kirby’s Dreamland , è del 1992. All’epoca aveva solo 19 anni. E ultimamente ha iniziato a chiedersi sempre più spesso quanto potrebbe continuare a lavorare ancora. Anche perché, benché le persone lavorino fino ad un’età più avanzata adesso è anche vero che l’industria dei videogiochi è piena di ragazzini.

Leggi anche –> Final Fantasy 14 disponibile su PlayStation 5

Questo però non significa che Masahiro Sakurai sia pronto ad andarsene e anche se sembra pensare a voler andare in pensione l’unica cosa che per ora è sicura è che, quando arriveranno gli ultimi contenuti per Super Smash Bros Ultimate, chiuderà con la sua colonna settimanale su Weekly Famitsu.

Leggi anche –> F1 2021 pre-ordinabile ora su Amazon: scaldate i motori

Link utili

Il creatore di Smash Bros, Masahiro Sakurai, potrebbe andare in pensione
Il creatore di Smash Bros, Masahiro Sakurai, potrebbe andare in pensione (foto: youtube)