Bambini reclutati da spacciatori mentre giocano a Fortnite

Un fenomeno che ha dell’incredibile è accaduto in UK. Degli spacciatori hanno reclutato alcuni bambini all’interno di Fortnite per distribuire droga 

Fortnite UK
Fortnite UK, bambini reclutati da spacciatori all’interno del gioco (Pixabay)

I malviventi che nel Regno Unito si occupano dello spaccio di droga, utilizzano il videogioco Fortnite per riuscire a coinvolgere i bambini nei loro loschi affari. Stando a quanto riferisce la stampa britannica, sarebbero necessarie solo due settimane per addestrare un bambino a diventare un giovane corriere della droga.

È questo ciò che emerge da un’indagine fatta dal giornale The Daily Star. I malviventi riescono ad adescare i bambini acquistando per loro degli oggetti virtuali in cambio della consegna o della conservazione di sostanze poco legali. Un ex capo di banda, Matthew Norford, ora lavora a stretto contatto con i bambini che rischiano di essere adescati per questo sfruttamento. Inoltre ha affermato che numerosi sono i ragazzi che sono entrati in questo giro di droga attraverso il famoso Battle Royale.

Leggi anche -> Amazon Prime Video, uscite aprile: finalmente Nomland – VIDEO

Il problema dei bambini reclutati su Fortnite

Fortnite UK
Fortnite UK, bambini reclutati da spacciatori all’interno del gioco (Pixabay)

Il giornale parla anche di un bambino di 12 anni che è stato adescato da uno spacciatore. Questo doveva conservare un carico da 80 sterline proprio nella sua stanza da letto. L’ex capobanda ha spiegato come gli spacciatori riescono in questo scopo. I malviventi infatti regalano ai bambini degli oggetti molto preziosi e costosi che possono essere utilizzati all’interno di Fortnite. In questo modo riescono ad ottenere un pieno controllo sui bambini e a far fare loro tutto ciò che desiderano, secondo quanto riportato da Norford.

Leggi anche -> God of War terapeutico, l’utente: “Anche io ho perso mia madre”

Ormai tutti conoscono Fortnite come uno dei videogiochi sparatutto più amati degli ultimi tempi. Infatti, in base alle classifiche dei giochi online, questo risulta essere tra i più giocati. Il videogioco si basa sui V-Bucks ossia una moneta virtuale attraverso la quale è possibile acquistare diversi contenuti di gioco tra cui skin, personaggi ed armi. Purtroppo anche in Italia questo gioco è stato utilizzato in modo losco. Infatti a novembre 2020, la polizia di Torino è stata impegnata in un’operazione in cui è stato fermato un ragazzo di 17 anni. Quest’ultimo, adescando dei bambini, ha richiesto di ricevere delle foto o dei video di natura pedopornografica. Ovviamente non è colpa del titolo, è sempre bene tenersi lontani da queste situazioni spiacevoli e di dubbia natura.

LINK UTILI

Ps5 con lettore
Ps5 con lettore (screenshot YouTube)