Il mondo dei videogames è ancora lontano per Apple, perché il Mac non è adatto per giocare?

In passato erano giunte promesse che avevano innalzato il livello di aspettativa da parte dei gamers appassionati. Tuttavia, ad ora occorre ammettere che purtroppo soltanto molto poco di quanto annunciato é stato effettivamente realizzato. E l’assenza dei grandi videogiochi sui Mac continua ad essere un “neo” di non poco conto. Scopriamo tutti i dettagli.

Apple Videogames VideoGiochi.com 17 Febbraio 2023
Fonte: Pixabay – VideoGiochi.com

All’ultimo World Wide Developer Conference dello scorso anno, Craig Federighi annunciò che il nuovo macOS sarebbe stato “un’opportunità enorme ed in rapida crescita per gli sviluppatori di videogiochi”. E l’annuncio fece ben sperare gli appassionati, che ritennero non solo assai probabile, bensì certo che in breve tempo il catalogo dei videogiochi per il Mac si sarebbe espanso.

E soprattutto, popolato dei titoli e dei videogiochi più importanti, riuscendo a colmare finalmente un vuoto perdurato per troppi lustri. Quali sono dunque i risultati riportati ad un anno dalla Conferenza? Talmente pochi da rasentare lo zero assoluto. Perché ciò che risulta é che le software house, ad oggi, non abbiano accelerato in alcun modo il processo di sviluppo di videogiochi per i dispositivi della mela morsicata.

Ed il rapporto tra i videogames ed Apple, quindi, resta a tutti gli effetti piuttosto complicato. Ed anche al palo, nonostante le modifiche effettuate lato hardware e l’introduzione di nuove funzioni dedicate al gaming ci siano state. Qual’é dunque la causa? E può essere in qualche modo risolta nel breve termine?

I nuovi processori M2 e l’insieme di funzionalità Metal 3 con upscaling basato sul machine learning

Apple Videogames WWDC 2022 VideoGiochi.com 17 Febbraio 2023
Fonte: Pixabay – VideoGiochi.com

E’ senz’altro fuor di dubbio che i passi in avanti nella direzione di un ecosistema più inclusivo dell’universo del gaming da parte di Apple siano stati effettuati. Negli scorsi mesi, infatti, é giunto l’annuncio dell’adozione dei nuovi processori M2 che, anche in termini di GPU e grafica, hanno aumentato le prestazioni a favore anche del gaming.

Inoltre, le funzionalità di Metal 3, tra cui l’upscaling di MetalFX Upscaling, basato sul machine learning ed in grado di smussare le texture applicando procedure come l’antialiasing, sono state effettuate per ridurre sempre di più il divario con l’archittettura Nvidia.

Eppure ciò non é bastato. Un caso su tutti: No Man’s Sky. Venne annunciato da Apple proprio durante la conferenza come in arrivo su macOS, proprio avvantaggiandosi del MetalFX Upscaling. Risultato? Lancio previsto entro la fine del 2022 e, ad oggi, non ancora disponibile. Su Windows, invece, é uscito nel 2016. Sette anni fa. E ciò davvero appare un divario da era geologica nel mondo tecnologia, non é così?

Impostazioni privacy