Saremo 4 miliardi di videogiocatori l’anno prossimo e a cosa giocheremo?

Dopo aver guardato ai numeri in proiezione dei guadagni di chi produce i videogiochi ci siamo incuriositi e siamo andati a vedere quali saranno i numeri relativi ai videogiocatori e alle videogiocatrici in tutto il mondo.

Anche stavolta i numeri sono quelli forniti da Statista e prendono in considerazione un periodo di tempo che va dal 2019 e in proiezione arriva al 2027. Esaminando la curva del grafico, disponibile anche su Casinoenligne, si nota come negli ultimi anni ci sia stata una crescita seguita da una decrescita, in concomitanza con il 2022, ma con un possibile nuovo aumento nel corso del 2023 e soprattutto a partire dall’anno prossimo.

videogiocatori in aumento 2024
Videogiochi in crescita (videogiochi.com)

Nel 2024 dovremmo infatti arrivare a 4 miliardi di videogiocatori in tutto il mondo. Si tratta della metà della popolazione globale circa. Un numero di giocatori che è altissimo e che avrà a disposizione servizi e sistemi di gioco di certo diversi rispetto a ciò che accadeva 10 anni fa. Gli stessi dati che mostrano il trend globale, che tra l’altro dovrebbe portarci a soli 4,3 miliardi di giocatori nel 2027, è accompagnato anche dalle statistiche relative a tre grandi aree: Cina, Stati Uniti ed Europa. Statistiche che in parte sorprendono.

Videogiocatori in crescita ma dove?

Guardando agli anni che ci siamo lasciati alle spalle, quelli della pandemia, si nota immediatamente una curva a crescere tra il 2020 e il 2021 e poi un decremento tra il 2021 e il 2022. Ma questo decremento ha semplicemente riportato il numero globale dei giocatori a quello del 2020: 3,5 miliardi. Segno che buona parte di chi aveva trovato nei videogiochi un modo per divertirsi in pandemia poi probabilmente ha abbandonato. Ma nonostante questo decremento per il 2023 si prevede comunque un passaggio a 3,8 miliardi di giocatori globali.

giocatori numeri
Quanti videogiocatori domani? (videogiochi.com)

Guardando i numeri divisi per zone, si nota come gli Stati Uniti siano quelli che mantengono il numero di giocatori e giocatrici più stabile. Potremmo leggere il dato come una sorta di saturazione del mercato: sono finiti i possibili giocatori. E anche in proiezione gli Stati Uniti sembrano mantenersi intorno ai 200 milioni. Più interessanti, anche se la curva si muove poco, i numeri che riguardano l’Europa in cui la base utenti è costantemente il doppio di quella degli Stati Uniti con la prospettiva di avviarsi, anche se molto lentamente verso il mezzo miliardo di giocatori. La crescita più grande, ed è un paradosso su cui vale la pena riflettere, sarà la Cina.

Nonostante tutto la Cina crescerà

Sapere che l’anno prossimo saremo 4 miliardi a giocare significa avere 4 miliardi potenziali di giocatori ma più interessante è vedere come il numero dei giocatori cinesi raggiungerà e supererà il miliardo ampiamente già a partire da quest’anno. Perché negli anni della pandemia si era toccato il miliardo ma secondo i dati di Statista la vera crescita è appena iniziata. Ed è questo un paradosso per un Paese che invece sembra stare facendo la guerra proprio ai videogiochi a colpi di normative sempre più stringenti e codici di condotta per i developer.