“Non comprate il mio videogioco!”, caos dopo lancio su PS4 e PS5: il motivo

Lo sviluppatore di un videogioco sta chiedendo a tutti gli appassionati di non acquistare il suo titolo. Si prevede una lunga causa legale.

Il mondo dei videogiochi sta diventando sempre più grande e stratificato, con dei prodotti che ogni singolo giorno vengono lanciati sul mercato. Ovviamente non tutti sono particolarmente memorabili, a differenza di alcuni tripla-A dalla qualità tecnica e narrativa eccelsa. Si pensi all’ultimo God of War Ragnarok oppure ad Elden Ring. Ma negli anni abbiamo imparato che anche e soprattutto dal basso arrivano i più coraggiosi e incredibili tentativi di sperimentazione di questo settore, con degli sviluppatori che provano davvero a portare qualcosa di nuovo.

Non comprate questo videogioco
Sviluppatore non vuole che compriate il suo videogioco (videogiochi.com)

Ed è quello che si propone di fare un nuovissimo videogioco lanciato pochi giorni fa, The Outbound Ghost. Un particolare videogioco GDR in cui viviamo un’avventura davvero molto particolari. Il giocatore, infatti, vestirà gli eterei panni di un fantasma, il cui scopo è capire esattamente come ha fatto a perdere la vita. Per farlo incontrerà tanti altri fantasmi, più o meno coscienti della loro situazione, che stanno combattendo le proprie battaglie e stanno trovando a loro volta la propria pace interiore. Una pace che però sembra difficile da trovare per lo sviluppatore del videogioco.

Perché lo sviluppatore di The Outbound Ghost non vuole vendervi il suo gioco?

A creare The Outbound Ghost è stato Conrad Grindheim, giovane sviluppatore che è riuscito senza ombra di dubbio a dare luce alla sua visione. Fondamentale però è stato il supporto di un publisher, che come al solito aiuta lo sviluppatore nel suo processo creativo e aggiunge fondi, marketing e contatti per permettere al gioco di arrivare sul mercato. In questo caso sono stati fondamentali Conradical Games e Digerati. Mentre tutto stava andando per il meglio, con i trailer che recepivano ottime risposte dal grande pubblico, qualcosa si è rotto.

Leggiamo dei tweet fatto dallo sviluppatore, Conrad appunto, che intima i giocatori a non acquistare le versioni Nintendo Switch, Playstation 4 e Playstation 5 di The Outbound Ghost. Viene indicata soltanto la versione Steam come quella ufficialmente approvata dallo sviluppatore, che consiglia l’acquisto su PC. In seguito Conrad afferma che il gioco è stato messo in saldo su Steam, senza il suo permesso, senza la sua autorizzazione scritta.

Il motivo della frattura

Ovviamente è contro ogni logica vedere uno sviluppatore che vi sconsiglia di acquistare il proprio titolo. Il motivo dietro queste posizioni durissime di Conrad risiede nel fatto che il titolo sembrasse non ancora pronto e ottimizzato per il lancio su Nintendo Switch, PS4 e PS5. Come si vede nel video in basso, Conrad dice che era a conoscenza dello stato tutt’altro che perfetto del gioco, e che non aveva dato l’ok per il lancio. Tuttavia i publisher che hanno preso il gioco hanno preferito lanciare lo stesso il videogioco, con dei videogiocatori che si sono lamentati della stabilità e dei problemi tecnici del titolo. Insomma, sembra proprio che ci sarà una lunga battaglia legale per The Outbound Ghost, voi deciderete se, dove e quando comprarlo.

Vi ricordiamo che un amato social network sta per trasformarsi in un incredibile videogioco, e che ora sappiamo esattamente quanto spendono gli italiani per videogiocare.