La pandemia aumenta i giocatori su dispositivi mobili: l’indagine

La pandemia scatenata a causa del COVID-19 ha aumentato i giocatori su dispositivi mobili; i dati emergono da una nuova indagine.

pandemia giocatori dispositivi mobili
Aumentano i giocatori su dispositivi mobili (fonte: YouTube).

Da più di un anno ormai, il mondo è alle prese con una pandemia che non sembra finire; il COVID-19 ha portato tantissima sofferenza e causato diverse crisi a livello economico, nonostante alcuni settori abbiano comunque registrato una crescita, sfruttando i pochi lati positivi di questa emergenza.

Oltre allo streaming, un settore che ha beneficiato dei vari lockdown imposti dagli stati è stato quello dei videogiochi per dispositivi mobili; stando ad una recente indagine di mercato di InMobi (via Gadgetsnow) relativa al mercato videoludico del 2021, gli utenti su dispositivi mobili in India sarebbero aumentati del 45%.

Leggi anche –> Final Fantasy VII Remake Intergrade si mostra in un trailer esteso – VIDEO

Dispositivi mobili, il settore cresce grazie alla pandemia COVID-19

pandemia giocatori dispositivi mobili
Sessione di gioco su dispositivi mobili (fonte: YouTube).

Stando all’indagine, il 45% dei giocatori indiani ha iniziato a giocare su smartphone, col 38% che ha avuto l’occasione di sperimentare anche diverse tipologie di titoli; lavorando spesso da casa, è aumentata anche la costanza con la quale i giocatori hanno avuto accesso ai videogiochi, con l’80% dei giocatori connesso tutti i giorni.

L’estrema facilità di utilizzo e la qualità degli smartphone, unite ad una connessione fissa stabile e veloce, hanno contribuito ad invogliare l’esperienza videoludica su dispositivi mobili, facendo diventare i mobile game una fonte d’intrattenimento popolare per diverse persone di tutte le età.

In India infatti, questo tipo di divertimento non è una cosa solo da giovani uomini; la statistica sottolinea come il 43% degli utenti su dispositivi mobili sono di sesso femminile, col 12% compreso nella fascia d’età che va dai 22 ai 45 anni, mentre il 28% ha più di 45 anni.

Il tempo di gioco di un utente medio sembra essere di dieci minuti, con la sessione giornaliera divisa quindi in diversi brevi momenti, magari durante le pause tra una riunione e l’altra o in pausa pranzo; nonostante questo, la maggior parte dei giocatori più attivi e “competitivi (84%) spende più di un’ora in una sessione di gioco giornaliera.

Leggi anche –> Kaley Cuoco nostalgica torna a parlare di The Big Bang Theory

Questa pandemia sta facendo sperimentare diversi metodi di distribuzione e d’approccio al pubblico e, la crescita del settore del mercato videoludico per dispositivi mobili, avrà sicuramente delle conseguenze positive sull’intero settore anche una volta finita (speriamo il prima possibile) questa situazione d’emergenza.

LINK UTILI

La console Sony (fonte: YouTube).