Playstation Plus, netto calo degli abbonati non preoccupa Sony

Anche dopo tutte le novità e gli annunci in merito ad il Playstation Plus purtroppo per Sony è iniziato un calo degli abbonati senza precedenti. Questa situazione però non sembra pesare a Sony che ha voluto ragionare sull’argomento.

Grazie all’evoluzione degli abbonamenti in campo videoludico stiamo vivendo tutti una nuova e propria era del gaming. Infatti l’Xbox tramite il suo famoso e amato Game Pass è riuscita a sconvolgere gli equilibri del mercato offrendo un enorme catalogo di videogiochi ad un piccolo prezzo mensile. Inoltre grazie alle varie acquisizioni di Microsoft è molto probabile che verranno aggiunti molti altri giochi di successo, come ad esempio i prossimi Call of Duty.

playstation plus
Cosa succede agli abbonati Playstation Plus? (Fonte: Playstation)

Da parte sua però Sony ha deciso di rinnovare il proprio Playstation Plus, cosa che però sembra non essere molto amata dagli utenti poiché i titoli offerti su un abbonamento più costoso di quello di Microsoft sembrano essere per la maggior parte delle vecchie generazioni.

Playstation Plus: Sony si mostra tranquilla rispetto al calo d’utenza

In questo periodo la Sony sta vedendo il numero di abbonati al Playstation Plus calare vertiginosamente, questo potrebbe essere causato da moltissimi fattori che al momento non spaventano minimamente l’azienda dei videogiochi Giapponese, anche perché Sony ha deciso di rispondere alla gara alle acquisizioni di Microsoft.

playstation plus
Il CFO di Sony cerca di spiegare cosa rende tranquilla la società e gli investitori. (Fonte: Playstation)

Infatti Hiroki Todori, il Chief Financial Officer di Sony ha descritto la sua visione di quanto sta succedendo cercando di tranquillizzare gli investitori. Il calo dell’utenza secondo Hiroki non deve essere visto come una sconfitta da parte di Sony poiché il numero di giocatori e di utenza Playstation non è mai stato così alto nella sua storia.

Hiroki poi ha voluto sottolineare che la Sony è riuscita a garantire enormi numeri nel mercato anche durante una crisi globale di microprocessori e ad una pandemia. Il CFO ha quindi specificato che il tempo di gioco degli utenti e il loro coinvolgimento risultano molto alti, al punto di non doversi preoccupare di questi dati che potrebbero cambiare in base a molti fattori e soprattutto da un momento all’altro.

Inoltre Hiroki sente di vedere ben presto alzarsi la disponibilità di PS5 in modo da poter garantire altre vendite durante i prossimi anni, peccato però che sembra che la disponibilità delle nuove console sia in una situazione drammatica.