PS5, giocatori disabili esclusi per la non compatibilità del controller PS4

PS5 Sony esclude disabili
PS5 Sony esclude disabili 2 (screenshot YouTube)

La decisione di Sony di non poter utilizzare il controller PS4 per la nuova PS5, esclude i player disabili e i loro joypad personalizzati 

Purtroppo la mancata compatibilità dei controller PS4 sulla nuova console PS5 rischia di essere un vero problema non di poco conto. Difatti si parla dell’esclusione dei giocatori disabili che usano il joypad del modello precedente rispetto alla piattaforma di quest’anno. Esiste la possibilità di poter giocare con la nuova console utilizzando un controller PS4, grazie alla riproduzione remota. Perciò perché non funziona il contrario, utilizzando la 5?

Purtroppo questa scelta adottata da Sony, non fa altro che eliminare il gioco per gli utenti disabili che utilizzando joypad personalizzati. In un’epoca in cui si parla molto di accessibilità da parte di tutti, escludere un’intera categoria di player non è propio la scelta più adeguata.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Sony acquista Bluepoint Games, Demon’s Souls un banco di prova?

PS5, la non compatibilità dei joypad PS4 esclude i giocatori disabili

PS5 Sony esclude disabili
PS5 Sony esclude disabili 2 (Pixabay)

A quanto pare la scelta della casa non è altro che quella della commercializzazione dei nuovi prodotti. Nel senso che con le nuove console devono essere venduti i nuovi controller. Praticamente, quindi, sta a significare una mera questioni di soldi? Un’affermazione che suona alquanto strana se accostata accanto ad un nome blasonato come Sony che sta sempre attenta ai bisogni dei suoi utenti, sparsi per tutto il globo.

Tuttavia sta di fatto che, oltre a poter utilizzare il joypad PS4 per giocare in remoto alla nuova piattaforma, non si può giocare direttamente sulla nuova console. È proprio questo che preclude l’approccio alla nuova era Sony da parte di tutti quegli utenti disabili che, necessitando di aggiustamenti e controller specifici di costosa fattura, possono solo rinunciarvi. Sicuramente si tratta di un punto che avrebbe dovuto comprendere all’interno della propria politica aziendale in quanto, la multinazionale, opera nel settore gaming da diversi anni e queste cose dovrebbe prevederle prima che accadano.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Playstation 5, polemica sugli influencer. Sony: “Inventati da noi”;