Resident Evil, ecco cosa collega la serie Netflix al videogioco

La serie Tv di Resident Evil finalmente è divenuta realtà. Ci sono dei dettagli che collegano la serie in streaming su Netflix al celebre videogioco

Da alcuni giorni a questa parte Netflix ha reso pubblico uno show live action in cui, il protagonista,  proprio  Resident Evil. Si tratta di un qualcosa che è da poco è apparso nella famosa piattaforma di streaming, e che in tanti appassionati non vedevano l’ora di vedere. La storia in questione si sviluppa in un’ambientazione in una linea temporale che va avanti di diversi anni.

Resident Evil collegamento tra la serie Netflix al videogioco
Resident Evil collegamento tra la serie Netflix al videogioco (fonte YouTube)

Partendo dai classici eventi a cui abbiamo assistito all’interno della stessa serie videoludica. Un’occasione che ha portato lo showrunner di Resident Evil a spiegare alcuni dettagli inerenti ad Albert Wesker. Le informazioni che seguiranno parlano della trama che viene trattata, e di alcuni spoiler della storia. Resident Evil 7 ha avuto un particolare problema nella sua versione PS Plus.

La serie di Resident Evil ha dei collegamenti con il videogioco

Sempre più interesse verso Resident Evil 4. In base a quanto ha affermato Games Radar, all’interno della Saga videoludica c’è un personaggio che è stato ucciso per mano di Chris Redfield. Stiamo parlando di Wesker, componente del gioco che ha perso la vita in un vulcano, una scena che è apparsa nel finale di Resident Evil 5. In occasione di questa produzione rilasciata da Netflix, viene spiegato nei minimi dettagli il modo in cui tale personaggio ha fatto nuovamente la sua comparsa dietro le telecamere. Infatti, anche se lo show è ambientato dopo alcuni anni, attraverso un flashback del settimo episodio è possibile vedere in che modo Wesker sia riuscito a non morire.

Resident Evil collegamento tra la serie Netflix al videogioco
Resident Evil collegamento tra la serie Netflix al videogioco (fonte YouTube)

All’interno delle Arklay Mountains, Wesker è riuscito ad utilizzare una nuova tecnologia, l’Umbrella, un qualcosa che ha utilizzato per mettere in piedi ben 3 cloni della sua persona Albert, Alby e Bert. Albert è proprio quel personaggio che compare in New Raccoon City nel 2022. Quindi Wesker non ha avuto la meglio su Chris, ma è un suo clone a portare avanti il suo personaggio. Queste le parole dello showrunner Andrew Dabb. “I cloni sono sempre stati una parte importante di Resident Evil. È diventato ovvio in un paio di modi diversi. Primo, è stato un modo per far tornare Albert, ma un Albert un po’ diverso da quello che abbiamo conosciuto prima”.

I genitori e i figli, secondo quanto rivelato, sono i veri protagonisti della trama della serie TV di Resident Evil. Vedremo pertanto Albert Wesker, ma anche il Wesker originale. Se all’interno dei giochi si è potuta vedere la presenza di più di un Wesker, diversi sono i cloni a cui fa riferimento il cattivo per eccellenza di RE.