Ci sarà una serie di Detroit Become Human? Parla Quantic Dreams

Abbiamo avuto di recente la serie ispirata ad Halo, sta per uscire quella di The Last of Us, è in produzione quella di Fallout. Viene da pensare se Detroit Become Human o un altro qualunque dei meravigliosi giochi prodotti da Quantic Dream possa fare il salto di specie e trasformarsi in un prodotto seriale o in un one shot cinematografico.

A parlare di quello che è il modo in cui il team di sviluppo vede questo tipo di intrattenimento è il Big Boss David Cage che ha voluto condividere con i colleghi di IGN Japan il suo personale punto di vista sulla faccenda relativa alle serie tv e ai film.

Ci sarà una serie di Detroit Become Human? Parla Quantic Dreams
Ci sarà una serie di Detroit Become Human? Parla Quantic Dreams (foto Quantic Dreams)

Per lui deve essere stato complicato riuscire a trovare il tempo per un’intervista visto che il suo team di sviluppo è ora nel pieno del nuovo gioco nell’universo Star Wars denominato Eclipse, che dovrà riuscire a darci una galassia lontana lontana ambientata nell’epoca dell’Alta Repubblica senza risultare una registrazione delle telecamere a circuito chiuso dei lavori del Parlamento italiano.

Cosa ne pensa David Cage dei prodotti Quantic Dream su piccolo e grande schermo?

Provate ad immaginare che cosa potrebbe significare vedere in carne e ossa i personaggi di Detroit Become Human o quelli di Heavy Rain prendere vita e magari espandersi oltre ciò che è stato dato loro da giocare. David Cage deve averci pensato ma, ed è questa la brutta notizia, per ora dentro la sua società non ci sono piani per portare qualcuno dei titoli di Quantic Dream su qualche piattaforma di streaming o al cinema.

Ci sarà una serie di Detroit Become Human? Parla Quantic Dreams
Ci sarà una serie di Detroit Become Human? Parla Quantic Dreams (foto Quantic Dreams)

Ciononostante, Cage non esclude a priori nessuna possibilità. Il developer dichiara infatti di essere molto affascinato da quello che sta succedendo con i film interattivi che stanno prendendo piede e si stanno espandendo anche come mezzo di intrattenimento grazie per esempio al lavoro che sta facendo Netflix. Leggendo tra le righe della risposta che Cage dà ai colleghi di IGN Japan, risulta evidente come il fatto di poter mescolare nel format di una serie TV, che comunque ha uno script e viene confezionata per essere mandata in onda così come l’hanno immaginata i suoi creatori senza che ci possa essere da parte lo spettatore una qualunque interferenza, un elemento invece di scelta utilizzando il medium del film interattivo non è da scartare.

Basti pensare per esempio al grande successo che ha riscontrato e che continua a riscontrare quel famoso episodio di Black Mirror chiamato Bandersnatch. Il team di sviluppo guidato da Cage è noto in tutto il mondo proprio per il modo in cui crea storie in cui le scelte operate dai giocatori hanno un peso specifico enorme e forse, nel momento in cui decideranno di passare e sperimentare con la TV interattiva, ci daranno un altro Detroit Become Human.