Take-Two ha le idee chiare sulla politica dei prezzi dei suoi giochi

Strauss Zelnick, CEO di Take-Two, è tornato sulla questione dei prezzi dei loro giochi e in generale su quanto dovrebbe costare un gioco per le console next-gen.

Take-Two ha le idee chiare sulla politica dei prezzi dei suoi giochi
Take-Two ha le idee chiare sulla politica dei prezzi dei suoi giochi (foto: youtube)

Forse è ora di aumentare i prezzi, questo il pensiero di Strauss Zelnick, CEO di Take-Two, quando ha risposto ad alcune domande durante una conferenza organizzata da Morgan Stanley.

Leggi anche –> OPEN WORLD – Assassin’s Creed Valhalla, Vikings e il mondo nordico

Pagare pedaggio, vedere cammello

Take-Two ha le idee chiare sulla politica dei prezzi dei suoi giochi
Take-Two ha le idee chiare sulla politica dei prezzi dei suoi giochi (foto: youtube)

Quando l’anno scorso Take-Two annunciò che NBA 2K21 sarebbe costato 70$, tutti nell’industria dei videogiochi hanno cominciato a chiedersi se quello sarebbe diventato il prezzo di tutti i giochi next-gen. Dopo che la società di Zelnick aveva dato la stura, altri si erano allineati. Prima fra tutti Sony che aveva confermato che il prezzo di tutti i giochi first-party per PS5 sarebbe stato di 70$. Era la metà del 2020. Da allora però, pare che il pensiero di Strauss Zelnick si sia articolato meglio.

Intervistato durante la Morgan Stanley Technology, Media & Telecom Conference, il CEO di Take-Two ha ribadito di essere convinto che l’ultima volta che i prezzi dei videogiochi sono aumentati era il 2005-2006 e che sarebbe quindi ora di aumentarli, visti pure i costi di produzione aumentati notevolmente: “Pensiamo che è consumatori siano pronti“.

Il nostro punto di vista è che stiamo offrendo una straordinaria gamma di esperienze e parecchia rigiocabilità“. Nella stessa conferenza ha però chiarito anche che i 70$ non sono il prezzo fisso di tutto quello che Take-Two produrrà. Il prezzo verrà deciso sulla base del gioco stesso stando attenti alla qualità che si offre: “Il nostro punto di vista è di dare sempre più valore di quello che chiediamo come prezzo, per assicurarci che sia l’esperienza sia il prezzo siano esperienze positive per il consumatore“.

Si tratta di una strategia di mercato vecchia come il mondo: chiedere un prezzo che sia, agli occhi del consumatore, giusto per l’esperienza che riceve e, anzi, se possibile appena sotto quello che il consumatore crede sia giusto, per poter trasformare un acquisto episodico in un cliente che torna.

Leggi anche –> Frogger in Toy Town annuncia una nuova modalità

Parliamo spesso di videogiochi dal punto di vista della storia, dei personaggi, degli aspetti creativi, ma c’è tutto un mondo di maestranze tecniche dietro un gioco, maestranze che vanno pagate. E questo è il modo in cui Take-Two è convinta di poter continuare a pagare quelle maestranze.

A fondo pagina vi abbiamo messo un video di NBA 2K21 dedicato alla Mamba Forever Edition. Lasciamo a voi il compito di decidere se il prezzo…è giusto.

LINK UTILI