TRIGGERED – Il CEO di Activision guadagna milioni mentre i dipendenti vengono licenziati

Triggered è l’appuntamento settimanale in cui parliamo di una news non proprio entusiasmante, riflettendo con toni polemici. Di lunedì.

Activision-Blizzard, il CEO Bobby Kotick
TRIGGERED – Il CEO guadagna milioni mentre licenzia i dipendenti (screenshot)

In questo appuntamento non proprio piacevole, di un ennesimo lunedì tutt’altro che soddisfacente esamineremo un’altra notizia piuttosto problematica uscita nella settimana precedente. Che ci ha triggerati. Oggi parliamo di quello che sta accadendo ad Activision-Blizzard, un enorme conglomerato che ogni anno confeziona incredibili videogiochi, comprati e usati da milioni di persone in tutto il mondo. A causa del Covid-19 e di tutti i problemi che questa maledetta pandemia che da oltre un anno ha colpito tutti, la multinazionale ha deciso di fare dei tagli importanti al personale, costringendo alcune persone ad andare via. In particolare è stata la divisione degli eSport di Activision-Blizzard a ricevere il benservito, con licenziamenti di oltre 50 lavoratori, che hanno perso il lavoro in un momento così difficile come quello in cui stiamo vivendo. Questa decisione è stata presa perché, proprio a causa della pandemia in corso, non vengono più organizzati degli eventi dal vivo per gli eSports, e in questo modo si contenevano dei costi. Ad ogni persona licenziata però è stata data una gift card da 200 dollari che potranno spendere sul Battle.net.  Una decisione piuttosto ridicola dato che non serve di certo per pagare l’affitto. Tuttavia è comprensibile, anche se non condivisibile, questo taglio dell’azienda. Non ci sono eventi, non servono quei dipendenti, tutta colpa del Covid-19. Eppure…

TRIGGERED – Il CEO di Activision guadagna grazie al Covid-19, i dipendenti no

Licenziato
Uno degli ex dipendenti Activision-Blizzard mentre si gode la gift card di 200 dollari (Pixabay)

Mentre Activision-Blizzard faceva questi tagli al personale, il CEO dell’azienda, il noto Bobby Kotick, continuava ad incassare bonus. E ancora ne attende altri. Tra i manager più pagati del mondo, si stima che Kotick abbia uno stipendio di circa 25-30 milioni di dollari all’anno. A questa cifra non da poco bisogna però aggiungere il fatto che, da contratto, venga pagato ogni anno anche con 15-20 milioni di dollari di quote azionarie del titolo Activision-Blizzard. Parliamo quindi di circa 50 milioni di dollari annui tra liquidi e stock, circa 4 milioni al mese. Ora però a Bobby Kotick spetta un premio incredibilmente più alto. Infatti per aver portato ogni azione di Activision-Blizzard a lievitare dai 32 dollari del 2017 agli oltre 101 dollari attuali, al CEO spettano quasi 200 milioni di bonus dall’azienda.

Due pesi e due misure

Activision Blizzard valore azioni
Activision Blizzard valore azioni (freccia sull’inizio della pandemia)

Certamente non stiamo mettendo in discussione la bravura del CEO di un colosso come Activision-Blizzard, non possiamo che inchinarci davanti alla sua bravura. Certo una domanda è inevitabile. Che questa incredibile impennata del valore delle azioni dell’azienda sia da attribuire non solo alla bravura di Kotick e dei giochi lanciati, ma soprattutto alla pandemia di Covid-19 che ha costretto milione di persone a stare a casa, aumentando il traffico di videogiocatori in rete? E se fosse così, ed è anche il pensiero di una parte degli azionisti che vogliono bloccare i bonus del CEO usando proprio questa tesi, perché per i dipendenti il Covid-19 è stato motivo di licenziamento, mentre ai piani alti si attribuisce tutto alla bravura di Kotick? Non sarebbe possibile usare questo gargantuesco bonus per riassumere queste persone che ora sono nel pieno di una pandemia globale senza un lavoro? 

LINK UTILI