Ubisoft vuole cambiare, Far Cry 7 sarà come Assassin’s Creed

La notizia che vi dobbiamo dare è doppia e riguarda sia Ubisoft sia il prossimo Far Cry 7.

Ubisoft vuole cambiare, Far Cry 7 sarà come Assassin's Creed
Ubisoft vuole cambiare, Far Cry 7 sarà come Assassin’s Creed (foto: Ubisoft)

Lo sappiamo perfettamente che al momento siamo tutti alle prese con Far Cry 6 ma, come sempre succede, i team di sviluppo iniziano per tempo a lavorare ai capitoli successivi per essere pronti nel momento dell’uscita. Se questo sistema poi funziona davvero lo dobbiamo ancora capire soprattutto ora che in tempo di pandemia ci troviamo continuamente a parlare di ritardi e cancellazioni. Ma questa è un’altra storia.

Veniamo allora all’argomento della notizia: Dan Hay, Executive Producer di Far Cry per oltre 10 anni, ha deciso di abbandonare la sua posizione e di uscire da Ubisoft. Tutto questo mentre cominciano a girare voci riguardo il futuro di Far Cry che dovrebbe diventare qualcosa di simile al prossimo Assassin’s Creed Infinity.

Quello che sarà del futuro di Dan Hay non è dato sapere, la dichiarazione ufficiale rilasciata da Ubisoft infatti parla soltanto di “un nuovo capitolo della sua vita professionale” e al suo posto almeno per ora ci sarà Sandra Warren.

Far Cry 7 come Assassin’s Creed Infinity mentre Ubisoft perde pezzi

Ubisoft vuole cambiare, Far Cry 7 sarà come Assassin's Creed
Ubisoft vuole cambiare, Far Cry 7 sarà come Assassin’s Creed (foto: twitter)

L’addio di Dan Hey che è stato uno dei motori della serie di Far Cry da quando è entrato in Ubisoft con il capitolo 3 è soltanto l’ultimo di una lunga serie di nomi che lentamente stanno abbandonando il publisher francese. Sembra proprio che il momento di crisi nera non sia ancora superato. Nella stessa notizia in cui però si parlava dell’abbandono, è uscito fuori anche che prima di andarsene Hey era alle prese dall’alto della sua posizione di producer con il prossimoFarCry 7 e qualcuno si è anche lasciato sfuggire che il gioco dovrebbe assomigliare al già rumoreggiato Assassin’s Creed Infinity.

Quindi, esattamente che cosa dobbiamo aspettarci sia da Far Cry sia da Assassin’s Creed? Quello che sappiamo lo possiamo trovare nelle dichiarazioni di Yves Guillemot, CEO di Ubisoft. Né Assassin’s Creed Infinity (e per ora continuiamo a chiamarlo così fino a quando non avremo il nome ufficiale) sia quindi il prossimo Far Cry 7 non saranno free-to-play, ci saranno molti elementi narrativi e saranno sicuramente titoli con una componente multiplayer online molto marcata, da qui la necessità di chiarire che non si tratterà di un free-to-play.

Leggi anche -> The Witcher, Cavill rivela un retroscena che commuove i giocatori

Leggi anche -> Xbox rimuove dei limiti, permettendo ai modder di sbizzarrirsi

Per quello che riguarda Infinity si tratterà, leggendo tra le righe delle dichiarazioni di Guillemot, di un cambiamento epocale rispetto agli Assassin’s Creed precedenti in cui venivamo spostati in un tempo e in un luogo per volta. Staremo quindi a vedere se anche il prossimo Far Cry 7 si trasformerà in un affollato multiplayer e come Ubisoft gestirà l’universo che si è creato intorno a questi due franchise per non perdere la stima (probabilmente già un po’ ridotta) dei suoi giocatori e delle sue giocatrici .