Altro che videogiochi, Valve rinvia la sua nuova console: la data

Valve ha dovuto capitolare e si è scusata nel momento in cui ha annunciato che la console portatile che tutti aspettavamo in realtà non arriverà.

Altro che videogiochi, Valve rinvia la sua nuova console: la data
Altro che videogiochi, Valve rinvia la sua nuova console: la data (foto: youtube)

La società proprietaria di Steam aveva già iniziato a rimandare mandando messaggi a ripetizione ma alla fine ha dovuto pubblicare proprio sulla piattaforma l’annuncio ufficiale che la Steam Deck salterà a pie’ pari la stagione del Natale.

L’uscita è infatti stata spostata a febbraio dell’anno prossimo perdendo così lo slot iniziale di dicembre. Nel messaggio non ci sono giri di parole e la società spiega chiaramente il motivo che ha portato alla decisione di spostare in avanti l’uscita della console portatile. Si tratta, come per tanti altri accessori tecnologici, di una motivazione legata alla fornitura della materia prima. La pandemia, quindi, si è messa di traverso anche a Valve e alla sua console portatile.

Valve si scusa e la console portatile salta

Altro che videogiochi, Valve rinvia la sua nuova console: la data
Altro che videogiochi, Valve rinvia la sua nuova console: la data (foto: Valve)

Se non avete mai visto un immagine promozionale della Steam Deck per descrivervela ci basta dirvi che sembra la cugina della Nintendo Switch senza la possibilità di staccare i due controller posti a destra e a sinistra. E poi è tutta nera. Scherzi a parte, le specifiche tecniche della Steam Deck la rendono un prodotto interessante anche se forse un po’ costosa. Stiamo parlando di una versione base da 64 GB che costa intorno ai 300 euro, una da 256 GB che si vende intorno ai 500 e quella da 512 GB che sta intorno ai 600 euro.

Le differenze tra le tre versioni sono sostanzialmente legate alla memoria interna ma tutte e tre montano un hard disk interno allo stato solido che, Valve promette, non vi farà rimpiangere le console vecchio stile. Questo è il comunicato nella sua versione in italiano presente sul sito: “Il lancio di Steam Deck sarà ritardato di due mesi. Siamo spiacenti, abbiamo veramente fatto del nostro meglio per risolvere i problemi della catena di fornitura globale ma, a causa della scarsa disponibilità delle materie prime, i componenti non arrivano presso le nostre strutture di produzione in tempo per rispettare le nostre date di lancio iniziali. Stando alle nostre ultime stime, le spedizioni di Steam Deck inizieranno a febbraio 2022. Questa sarà la nuova data di inizio per la coda di prenotazione. Tutti coloro che hanno prenotato il Deck manterranno la propria posizione in coda, ma le date saranno posticipate di conseguenza. Le stime sulle date di prenotazione verranno aggiornate subito dopo questo annuncio. Ci dispiace non poter rispettare la data di spedizione prevista inizialmente. Continueremo a lavorare per migliorare le date di prenotazione in base alle nuove tempistiche e terremo tutti aggiornati nel frattempo.”

Apprezziamo decisamente l’onestà e la chiarezza del messaggio anche perché sono stati molti già quelli che hanno prenotato la propria console e quindi sapere direttamente dalla fonte che la coda verrà rispettata anche se le spedizioni saranno posticipate è almeno un modo per non fare infuriare più di tanto chi aspettava la console. I commenti sembrano abbastanza comprensivi anche se c’è qualcuno che con più di qualche faccina piangente si fa due conti e commenta: “immagino ci vedremo A dicembre 2022 quando decideranno di mandarmi la mia. Era prevista per il Q2 2022, adesso è prevista per dopo”.

Leggi anche -> Sviluppatori di Fortnite si ribellano, caos in Epic Games

Leggi anche -> Skin di un amatissimo Anime presto in arrivo su Fortnite

Perché in effetti il problema è questo, seguendo l’ordine di prenotazione chi aspettava di poter avere la consola l’estate prossima probabilmente non la vedrà prima di Natale 2022. Purtroppo però, nessuno avrebbe potuto prevedere la pandemia e la conseguente crisi nell’approvvigionamento dei semiconduttori.