Videogiochi che battono TV e film: ecco cosa preferisce la Gen Z

In un mondo contagiato da un virus, vengono messe in evidenza diverse criticità circa il consumo mediale degli utenti e, più nello specifico, una rilevazione ha riscontrato particolari caratteristiche nella cosiddetta Generazione Z (o Gen Z).

gen z
Fonte: “Pixabay”

Il mondo, spesso si sente dire, è cambiato ma forse è stato semplicemente messo di fronte alla realtà dei fatti più velocemente del previsto: grazie alla pandemia, il mercato del digitale ha subito un’accelerazione notevole, dato che le forme di socialità hanno dovuto trovare nuovi canali per poter trovare la loro dimensione. Ed ecco infatti che incrementa il traffico sui social, sui servizi di streaming e, per l’appunto, anche sugli store online di videogiohi. Si tratta di una forma di aggregazione, quella del videogioco, dato che oramai da anni è risaputo e consolidato il concetto di community attorno ad essi. Una rilevazione, quindi, effettuata da Deloitte Digital Media Trends ci mette di fronte ai dati: la Gen Z preferisce i videogiochi e l’intrattenimento digitale alla TV o ai film.

Leggi anche –> Samurai Warriors 5 svela tutti i suoi personaggi giocabili – VIDEO

Gen Z: uno stacco netto

gen z

Lo studio ha rilevato su una popolazione di età variabile, tra i 14 e i 24 anni, che non solo il 26% dei giovani preferisce giocare ai videogiochi rispetto al guardare la TV come hobby ma anche ha riscontrato che l’87% della popolazione Gen Z gioca ai videogiochi se non giornalmente, almeno una volta a settimana.

Leggi anche –> Battlefield, a Natale il nuovo gioco della serie. Parola di DICE

Infatti, in una classifica dei media di intrattenimento preferiti, la maggior parte della Gen Z ha messo proprio i videogiochi in cima alla lista, mentre la televisione si trova per lo più attorno alla quinta posizione nella gerarchia.

Secondo Deloitte, solo il 10% delle rilevazioni provenienti dalla Gen Z ha risposto che preferisce guardare la TV come il proprio hobby preferito, mentre invece ogni altra generazione presenta percentuali crescenti nel gradimento del medium: 18% per i millennials, 29% per la Gen X e ben 39% per i baby boomer.

LINK UTILI