Famosissimo videogioco PS2 sotto accusa: “Mi hanno rubato tutto!”

Da un account su Tik Tok arriva una vicenda che riporta alla ribalta una questione estremamente spinosa. Al centro c’è a quanto pare uno dei più famosi videogiochi dell’epoca della PlayStation 2.

Ma per quanto possa sembrare una questione allo stesso tempo estremamente facile da risolvere e assolutamente impossibile da risolvere vale di certo la pena parlarne. Perché si tratta di una accusa pesante nei confronti del colosso giapponese dei videogiochi, anche se per vie indirette. Al centro della vicenda, che rischia probabilmente di diventare una vicenda legale, c’è stavolta la colonna sonora di un titolo che all’inizio degli anni 2000 ha raccolto un più che discreto successo soprattutto in Giappone ma anche al di fuori dei confini del Paese del Sol Levante.

gioco ps2 plagio
PS2 (videogiochi.com)

Un gioco la cui colonna sonora sembra essere composta da un artista che però non risponderebbe al nome del compositore che nei credit del gioco è invece indicato come responsabile delle tracce audio. Il furto di proprietà intellettuale è qualcosa che solo di recente si è universalmente trasformato in un vero reato con un riconoscimento ad autori e creativi in genere che inizia adesso a essere automatico e non accessorio. Ma all’inizio del boom di internet? Qualcuno potrebbe aver pensato che se era online si poteva fare. Del resto la storia della musica è zeppa di pezzi plagiati.

Compositore accusa gioco PS2 di furto

Occorre prendere la questione con tutte le molle del caso ma, secondo il video pubblicato sui social da Michael Walthius, ci sarebbero gli estremi per una causa legale per infrazione al copyright. Un’infrazione che starebbe andando avanti dal 2002 e sotto gli occhi di tutti. Walthius ha infatti pubblicato sul suo account Tik Tok un video in cui racconta di aver acquistato una copia di un gioco che si chiama Road Trip, un titolo dell’epoca della PlayStation 2. Si tratta di un videogioco giapponese prodotto da E-game e Takara e con una lista molto lunga di publisher attivi fino al periodo della PlayStation 2 e PlayStation 3, e di cui ora non si sente più parlare. Nel video il compositore spiega proprio che, ovunque si legga, la colonna sonora di questo videogioco sarebbe stata composta da un artista giapponese ma in realtà sarebbero tutti pezzi suoi. E avrebbe modo di dimostrarlo.

gioco ps2 colonna sonora
Road Trip (videogiochi.com)

Il diritto d’autore è una questione delicata e tutti i Paesi hanno bene o male una legislazione che difende la proprietà intellettuale ma anche se, a giudicare dalle prove addotte dal compositore e da altri che hanno negli anni riconosciuto le tracce originali delle stazioni radio presentate all’interno di Road Trip, sembrano esserci effettivamente gli estremi per un’accusa di plagio e quindi per un risarcimento e un riconoscimento anche a distanza di vent’anni, riuscire a vincere una causa in Giappone, da straniero ,potrebbe essere molto complicato.

Un caso di plagio seriale?

Oltre al video su Tik Tok ce n’è anche uno pubblicato su YouTube dall’account MOVGAMES nell’estate dell’anno scorso che tratta proprio di come dentro questo videogioco per PlayStation 2 siano stati inseriti i pezzi provenienti da compositori diversi da quello che era stato indicato. E a quanto pare, ma sono sempre informazioni che arrivano dai commenti, ci sarebbero altri casi con altri artisti che sarebbero stati “omaggiati” da questa stessa serie.