VIDEORECENSIONE – Horizon Forbidden West, proibito è più bello

La videorecensione in 4K con voto di Horizon Forbidden West, l’ultimo capolavoro creato da Guerrilla. Ecco i pregi e i difetti della nuova avventura di Aloy.

Gli sviluppatori di Guerrilla Games si sono trovati addosso un peso non indifferente in questi mesi. Da un lato dovevano sviluppare un sequel che mantenesse la stessa qualità di Horizon Zero Dawn, con tutte le migliorie che ci si aspetta da un capitolo successivo. Dall’altro avevano di fatto l’onere e l’onore di lanciare la prima grande esclusiva di una Playstation 5 che continua a latitare di avventure memorabili. E sono riusciti in entrambe le cose.
Horizon Forbidden West ci catapulta immediatamente in un’avventura densa, ricca e piena di cose da dirci, da mostrarci, da farci vivere. Il colpo d’occhio è fenomenale dal primo istante in cui lo schermo prende vita, mostrandoci un mondo che appare vivo e credibile in ogni suo aspetto. Dopo un’introduzione non particolarmente brillante e delle premesse narrative deboli per giustificare una Aloy priva di ogni potenziamento acquisito, il gioco prende forma e diventa spaccamascella.

VIDEORECENSIONE - Horizon Forbidden West, proibito è più bello
VIDEORECENSIONE – Horizon Forbidden West, proibito è più bello

Ogni inquadratura, ogni scorcio, ogni crinale, fiumiciattolo, zona desertica o montagna innevata diventano quadri in movimento entro cui camminare ed esplorare. Ancora una volta, però, a giganteggiare sono le macchine, specialità degli sviluppatori di Guerrilla. In questo capitolo ogni singola macchina è più rifinita e unica, con comportamenti sempre più complessi e credibili. Per non parlare poi delle grandi macchine che affronteremo nel corso della storia, o che incontreremo con nostra grande sorpresa lungo la mappa.

Caccia artistica

Lo studio di ogni singolo componente, del percorso che compiono e delle loro debolezze ci permette di immedesimarci perfettamente nella nostra cacciatrice tribale. La ricerca del colpo giusto nel posto giusto, per abbattere una montagna di ingranaggi e morse dentellate con una freccia è più soddisfacente che mai. Ne viene fuori un rituale di caccia che non ha eguali, neanche in Monster Hunter.

Horizon Forbidden West Aspidente
Quell’Aspidente nasconde un tesoro…

In tal senso il combattimento di Horizon Forbidden West è a dir poco catartico, con Aloy che esegue esattamente ogni nostro singolo comando con grande responsività. E il Dualsense di PS5 ci aiuta a percepire tutto quello che accade attorno con una nuova potenza e precisione, a cui speriamo gli altri studi prendano a modello.
Ottima la modalità prestazioni, che garantisce un’avventura a 60FPS granitici anche nei momenti più caotici e ricchi di azione. La modalità risoluzione migliora leggermente la grafica generale, ma non crediamo che valga il sacrificio di mezzo framerate. Ottimo anche il sonoro e il doppiaggio italiano, anche se quello inglese è superiore. Molto migliorate le animazioni facciali e l’espressività dei personaggi, un grande passo in avanti rispetto al primo capitolo.

Leggi anche -> NFT nei videogiochi, il 70% degli sviluppatori ha le idee chiare

Tanto da fare, pochi difetti

La mappa di gioco è enorme, tipicamente da open-world moderno, ma senza quei lunghi momenti di noia e le sezioni ripetitive che sono sempre più diffuse. Anche un’attività banale e già “giocata” come usare delle torri per esplorare una sezione della mappa diventa in Horizon Forbidden West un’avventura indimenticabile. Ogni porzione della mappa è curata in modo maniacale, con una densità incredibile e tante cose da fare, raccogliere, cacciare.

L’azione che compierete più spesso nel gioco

Purtroppo, però, anche l’avventura di Aloy non è esente da difetti. Anche per questo capitolo, l’IP è ancora un passo indietro per quanto concerne la storia principale rispetto alle altre produzioni Playstation. In alcuni momenti è richiesto un grinding eccessivo per alcune abilità e potenziamenti. Il corpo a corpo è leggermente migliorato, ma non è di certo perfetto e sconsigliamo di potenziarlo.

Leggi anche -> FIFA 22 diventa gratis da oggi, l’annuncio ufficiale

Difetti più o meno importanti, che però intaccano appena un’avventura che è tra le migliori che abbiamo vissuto e che senza dubbio farà parlare di sé, tanti, nei prossimi anni.
Per questo diamo ad Horizon Forbidden West un 9. Se cercavate un motivo per aver acquistato o per acquistare in futuro una PS5, lo avete trovato. Ne vorremmo di più…

VOTO 9

PRO

  • Grafica spettaccolare
  • Animazioni facciali di primissimo livello
  • Gameplay divertente e piacevole
  • DualSense implementato in modo eccellente
  • Temi interessanti
  • Mappa grande, ma ricca

CONTRO

  • Manca qualcosa alla storia principale
  • Grinding eccessivo
  • Corpo a corpo solo leggermente migliorato

Impostazioni privacy